Cronaca

Inchiesta per associazione per delinquere e bancarotta fraudolenta: la Casa Divina Provvidenza si costituisce parte civile

La Redazione
Il Tribunale di Trani
Stamattina l'udienza preliminare davanti al Gup del Tribunale di Trani
scrivi un commento 857

Questa mattina, martedì 31 gennaio, dinnanzi al Giudice dell’Udienza Preliminare del Tribunale di Trani, Angela Schiralli, si è tenuta l’udienza preliminare per il procedimento penale riguardante i reati di associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta ed altro, sulla gestione della Casa Divina Provvidenza instaurato a seguito delle indagini condotte dai Pubblici Ministeri Francesco Giannella e Silvia Curione, presenti in aula.

nn

L’Ente in Amministrazione Straordinaria, rivestendo la qualità di persona offesa e danneggiata dai reati in ipotesi contestati, ha inteso costituirsi parte civile per mezzo dell’avvocato Stefano Dardes il quale, nel corso dell’udienza, ha depositato memoria tecnico-contabile circa le cause del dissesto della CDP.

nn

Lo rende noto un comunicato diffuso dalla Direzione della Casa Divina Provvidenza.

nn

L’udienza è stata rinviata al 17 marzo, avendo il collegio difensivo degli imputati richiesto un termine per consultare il contenuto della memoria. Per quella data è prevista la possibilità per gli imputati di richiedere riti speciali.

n

martedì 31 Gennaio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 17:04)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti