Cronaca

Anche il Consiglio di Stato rigetta l’istanza della Camassambiente

La Redazione
I cassonetti a Bisceglie
Fissata per il 23 febbraio l'udienza di merito
scrivi un commento 558

«E' stato presentato appello al Consiglio di Stato da parte della ditta CamassAmbiente spa, che ha chiesto un decreto "inaudita altera parte" di inibitoria e sospensione dell'ordinanza del TAR Puglia. Il Consiglio di Stato ha rigettato la richiesta di CamassAmbiente confermando così il contenuto della decisione del TAR Puglia, giudice di primo grado».

nn

E' quanto si legge in una nota diffusa da Palazzo di città.

nn

Allo stesso tempo ha fissato per il 23 febbraio l'udienza di discussione collegiale.

nn

"Anche questo provvedimento del Consiglio di Stato – ha sottolineato il Sindaco Francesco Spina- conferma, dopo l'ordinanza del TAR Puglia, la legittimità dell'atto di recesso del Comune di Bisceglie".

n

venerdì 3 Febbraio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 16:56)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti