Cronaca

Stop al cibo buttato in spazzatura, anche a Bisceglie una “Campagna amica”

La Redazione
Cibo
Il censimento lanciato dalle associazioni dei consumatori per comprendere cosa, quando e perché gli alimenti finiscono nel cestino dei rifiuti
1 commento 242

Penne, calamaio e ‘Taccuino di Campagna Amica’ alla mano, da oggi le famiglie pugliesi (anche quelle di Bisceglie) aderenti alle associazioni dei consumatori dell’Istituto Pugliese per il consumo e fino al 19 marzo prenderanno appunti su cosa, quando e perché buttano il cibo nell’arco della settimana.

nn

L’iniziativa promossa da Coldiretti e Campagna Amica Puglia contro gli sprechi alimentari, in collaborazione con le associazioni dei consumatori dell’Istituto pugliese per il consumo, la Regione Puglia Servizio Consumatori dell’Assessorato allo Sviluppo Economico ed il Ministero dello Sviluppo Economico, è stata lanciata ieri tra gli stand del Mercato di Campagna Amica a Bari.

nn

“I risultati dello studio serviranno ad orientare meglio i consumi e gli acquisti delle famiglie pugliesi – ha spiegato il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele – e a sostenere i contenuti della proposta di legge regionale contro gli sprechi alimentari, presentata dal consigliere Mennea. La situazione è grave, basti pensare che ogni pugliese butta nella spazzatura durante l’anno fino a 76 chili di prodotti agroalimentari. E’ necessario far crescere la consapevolezza di tutti rispetto al consumo corretto e consapevole in termini di qualità e quantità, semplificare i percorsi per assicurare le donazioni e per la prima volta riconoscere all’agricoltura un ruolo da protagonista, attraverso le donazioni dirette agli indigenti”.

nn

Dal ritorno in cucina degli avanzi ad una maggiore attenzione alla data di scadenza, ma anche la richiesta della ‘agribag’ negli agriturismi di Campagna Amica e della doggy bag al ristorante e la spesa a chilometro zero nei Mercati di Campagna Amica che, tagliando le intermediazioni, consente di acquistare prodotti più freschi che durano di più, sono i consigli di Coldiretti Puglia per tagliare il quantitativo di cibo buttato.

nn

Il 56 per cento delle famiglie pugliesi ha ridotto gli sprechi facendo la spesa in modo più oculato magari direttamente dal produttore con l’acquisto di cibi più freschi che durano di più, il 34 per cento ha ridotto le dosi acquistate, il 27 per cento utilizzando quello che avanza per il pasto successivo e il 18 per cento prestando più attenzione alla data di scadenza. In Puglia il cibo buttato sfiora ancora – sottolinea Coldiretti Puglia – le 310mila tonnellate all’anno. Gli sprechi alimentari si rivelano per il 54 per cento al consumo, per il 21 per cento nella ristorazione, per il 15 per cento nella distribuzione commerciale, per l’8 per cento nell’agricoltura e per il 2 per cento nella trasformazione.

n

lunedì 27 Febbraio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 16:26)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
fusti
fusti
5 anni fa

ma nella doggy bag ci volete gli avanzi per il cane e quindi una frazione di umido o una frazione di umido di avanzi per il padrone del cane?