Cultura

“Non abbiate paura”, la giornata di preghiera per le missioni diocesane

La Redazione
Don Mario Pellegrino
Le parole di mons. Pichierri che ricorda l'impegno del sacerdote biscegliese don Mario Pellegrino
scrivi un commento 166

«Domenica 19 marzo, terza domenica di Quaresima, ci porteremo nel cuore delle nostre missioni: Brasile e Germania. Dopo circa ventidue anni dalla prima apertura missionaria ad gentes, (S. Helena, Pacas, S. Benedito), don Mario Pellegrino (sacerdote biscegliese, ndr) continua ad esercitare il suo ministero fidei donum in Brasile e da quest’anno, nella persona di don Fabio Seccia, siamo in Germania, dove sta svolgendo il suo ministero sacerdotale accanto agli immigrati italiani».

nn

E' quanto ha ricorordato mons. Giovan Battista Pichierri in una lettera pastorale ai fedeli della diocesi di Trani, Barletta, Bisceglie e Nazareth.

nn

«Ricordiamoli particolarmente – ha proseguito mons. Pichierri – durante le SS. Messe di questa giornata diocesana e con la generosità delle nostre comunità parrocchiali. Ricordo, anche che il 24 marzo celebreremo la 25° Giornata di digiuno e di preghiera per i missionari martiri. “Non abbiate paura”, è l’invito che compare ad ogni teofania ed è la frase che più ripete Gesù Risorto tutte le volte che si mostra ai suoi discepoli. Un invito che aiuta ad affrontare momenti bui, difficili, di persecuzione, sapendo che il Signore è sempre accanto ad ognuno di noi. Non bisogna mai esitare a domandare i posti dove maggiori siano pericolo, sacrificio, possibilità di dedizione: lasciamo l’onore a chi lo vuole, ma rischio e pena reclamiamoli sempre.

nn

Come cristiani siamo tenuti a dare l’esempio del sacrificio e della dedizione. È un principio al quale bisogna essere fedeli sempre, con semplicità, senza domandarci se in una simile condotta s’insinui l’orgoglio. È il nostro dovere; quindi compiamolo e preghiamo il nostro Diletto, lo Sposo della nostra anima, che ci conceda di compierlo in totale umiltà e con pienezza d’amore per Dio e per il prossimo. Desideriamo ricordare con questo testo del Beato Charles de Foucald, missionario della presenza e della bontà, il suo martirio ma anche che la vita donata di tanti nostri fratelli e sorelle fino al martirio non è altro che l’estrema conseguenza di chi ha scelto non l’onore ma la dedizione totale, non comodità e sicurezza ma, a costo di qualunque sacrificio, donare la pienezza di vita di Gesù. Il martirologio per l’anno 2016 registra una perdita di 28 operatori pastorali».

nn

«Il mio cammino quaresimale con voi e in mezzo a voi – ha proseguito l'arcivescovo – prevede la visita in ogni città dell’arcidiocesi per celebrare la stazione quaresimale con la Santa Messa, ed in quella occasione pregheremo e ricorderemo le Missioni.

nn

Margherita di Savoia: 11 marzo, parrocchia Addolorata, ore: 18.30
nBisceglie: 17 marzo, parrocchia San Lorenzo, ore: 18.30
nCorato: 24 marzo, Chiesa Madre, ore: 19.00
nBarletta: 28 marzo, Cattedrale, ore: 18.30
nTrani: 30 marzo, Cattedrale ore: 18.30

nn

Inoltre, invito i presbiteri insieme ai referenti zonali dell’ufficio missionario ed ai fedeli laici che hanno a cuore il mondo missionario ad organizzare in ogni comunità parrocchiale un momento di preghiera in ricordo dei martiri missionari, utilizzando i sussidi che Missio, organismo pastorale della Cei, che sono giunti in tutte le parrocchie in forato cartaceo, oltre ad essere a disposizione all’indirizzo elettronico: www.missioitalia.it . Preghiamo anche per noi perché il Signore ci faccia scoprire con coraggio ogni giorno la gioia del Vangelo, come avvenne nella vita di Padre Raffaele Di Bari, nostro conterraneo ucciso martire in Uganda il 1° ottobre del 2000. Invoco su di me e su voi tutti, la benedizione della Santissima Trinità tramite la mediazione materna di Maria, Regina delle Missioni».

n

mercoledì 15 Marzo 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 16:02)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti