Tribunale

Assolto il procuratore Antonio Savasta: «Il fatto non sussiste»

La Redazione
Il Tribunale di Trani
Fu accusato d'aver indotto il biscegliese Cosmai a vendere il terreno adiacente a Masseria San Felice a suo fratello dopo averlo indagato
scrivi un commento 314

Assolto il sostituto procuratore della Repubblica di Trani, Antonio Savasta: non ci fu concussione, «il fatto non sussiste».

nn

Il caso, seguito dal Tribunale di Lecce, ha visto l'assoluzione per l'acquisto di un terreno adiacente Masseria San Felice dal biscegliese Donato Cosmai. La Masseria, per la quale Savasta per un periodo è stato socio, sorge nell'agro biscegliese.

nn

L'accusa per Savasta era quella d'aver indotto Cosmai a vendere a suo fratello un terreno dopo aver indagato sullo stesso "vicino" (che ha poi denunciato il tutto). Già dalle indagini preliminari la figura di Savasta ne usciva illesa in quanto il pm Carmen Ruggiero non ritenne attendibili le dichiarazioni del Cosmai. Il gip del Tribunale di Lecce ordinò alla Procura la formulazione dell'imputazione coatta nei confronti di Savasta. Dal processo si evince però che furono infondate le accuse, come sostenuto dalla difesa del magistrato tranese.

n

venerdì 17 Marzo 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 15:54)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti