Palazzo di città

Il Consiglio comunale approva il Bilancio. Confermate le agevolazioni Tari

La Redazione
Il Consiglio comunale di Bisceglie
Anche quest'anno riduzioni per 1 milione e 200 mila euro. Gli emendamenti approvati
1 commento 405

«Nonostante il passaggio di consegne tra i gestori e l'aumento esorbitante dei costi per i conferimenti in discarica e per i trasporti avvenuti nel 2016, il costo della Tari per i cittadini di Bisceglie è aumentato soltanto in media del 5%, grazie all'individuazione di circa 1000 evasori e al conseguente allargamento della platea dei contribuenti».

nn

E' quanto si legge nella nota diffusa da Palazzo di città.

nn

«Confermato -prosegue -, tuttavia, il mare di agevolazioni e riduzioni per i nuclei familiari più disagiati, per chi adotta cani, per chi installa sistemi di videosorveglianza, per chi elimina slot machine, per chi adotta un sistema di raccolta dell'organico tramite compostiera. Nel corso del Consiglio comunale sono stati formulati due emendamenti, uno del Sindaco a nome dell'amministrazione comunale che ha chiesto di stralciare dal regolamento Tari le case canoniche parrocchiali previste originariamente nella stesura presentata in consiglio, uno dal consigliere Di Tullio, recepito come mero indirizzo dal consiglio comunale, per introdurre riduzioni (legge regionale 166/2016) per i proprietari di attività commerciali che non buttano via eccedenze alimentari ma le destinano al banco alimentare e alle associazioni di volontariato.

nn

Confermate, invece, nel bilancio approvato ieri tutte le tariffe delle tasse che ormai non vengono toccate da tanti anni (circolari, mense, etc.)».

n

venerdì 24 Marzo 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 15:46)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
donato lamuscatella
donato lamuscatella
5 anni fa

Vedo che il sig. sindaco ormai si crede un padreterno con i soldi degli altri. Così non va per niente bene perchè chi non ha queste famose agevolazioni deve pagare per chi ne fruisce, mi creda sig. sindaco che la maggior parte di queste persone possono pagare eccome la tari ad iniziare dai preti