Politica

I Sindaci Bottaro e Cascella in lista per Orlando segretario del Pd

La Redazione
Il Ministro Andrea Orlando a Trani con Amedeo Bottaro durante la scorsa campagna elettorale
Ufficializzate le candidature per le Primarie del 30 aprile
scrivi un commento 149

«Siamo molto soddisfatti della lista di candidati all’Assemblea Nazionale presentata ieri a sostegno della candidatura di Andrea Orlando a segretario del Partito Democratico».

E’ quanto si legge nella nota a firma di Gianni Naglieri a nome del Comitato Bat per Orlando.

«Amedeo Bottaro, sindaco di Trani – prosegue Naglieri-, dopo anni di malgoverno della città si è assunto la responsabilità di guidare la lista; scorrendo le posizioni seguono tre giovani consiglieri comunali: Giuliana Damato, di Barletta, Giuseppe Rondinone, di San Ferdinando e Barbara Costabile, di Spinazzola. In coda alla lista troviamo la candidatura di servizio di Pasquale Cascella, sindaco di Barletta, a cui va il ringraziamento per aver dato con la sua presenza ulteriore forza e rappresentanza ai valori della sinistra».

«Una lista – si legge ancora nel documento – che ben rappresenta la mozione Orlando, improntata sul pluralismo e sull’unità, e difatti, non abbiamo avuto necessità di rappresentare correnti e sottocorrenti o di “contarci tra noi” presentando più liste. Invece, abbiamo deciso di rappresentare l’impegno nelle istituzioni con i sindaci Bottaro e Cascella, e l’impegno nel Partito Democratico, valorizzando i Giovani Democratici e la militanza con la presenza di Giuseppe Rondinone, Barbara Costabile e Giuliana Damato. La lista di candidati a sostegno di Orlando esprime la diversità e complessità della nostra provincia ed è quella che più si fa carico della necessità di un ricambio generazionale della classe dirigente nel nostro territorio».

«Il 30 aprile, alle primarie del Partito Democratico – conclude Naglieri -, sostenendo la candidatura di Andrea Orlando avremo la possibilità di mettere al centro dell’agenda politica la lotta alle disuguaglianze e di contribuire alla costruzione di una casa comune, aperta e plurale per il centrosinistra, ma avremo anche l’opportunità di sostenere l’idea di un partito che torna ad essere strumento di selezione della classe dirigente e luogo di incontro ed elaborazione culturale e politica.

martedì 11 Aprile 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 15:20)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti