Cronaca

Il pm Michele Ruggiero rimane alla guida dell’Associazione nazionale Magistrati di Trani

La Redazione
Michele Ruggiero
La rielezione è avvenuta mercoledì pomeriggio
scrivi un commento 215

Il sostituto procuratore Michele Ruggiero rimane presidente della sottosezione di Trani dell’Associazione nazionale magistrati. Ruggiero, che rappresenta la corrente di Piercamillo Davigo (Autonomia e Indipendenza), è stato rieletto mercoledì pomeriggio a maggioranza dei voti battendo il candidato di Area, il giudice (della sezione Gip-Gup) Francesco Messina.

Per il magistrato si tratta, appunto, del secondo mandato e come segretario ha indicato il giudice (della sezione penale) Raffaele Morelli. Ruggiero presta servizio nella Procura tranese da 11 anni ed è titolare di fascicoli balzati spesso agli onori della cronaca, come quello sulle agenzie di rating, di recente sfociato nell’assoluzione in primo grado degli imputati. Tra le sue inchieste si ricordano anche quelle su American Express e sui prodotti derivati e, ancora, sulla discarica di Trani (chiusa da due anni e mezzo per inquinamento ambientale) e sul “Sistema Trani”, che ipotizza l’esistenza di un sistema di gestione politico-affaristico delle gare pubbliche in città.Il sostituto procuratore Michele Ruggiero rimane presidente della sottosezione di Trani dell’Associazione nazionale magistrati. Ruggiero, che rappresenta la corrente di Piercamillo Davigo (Autonomia e Indipendenza), è stato rieletto ieri pomeriggio a maggioranza dei voti battendo il candidato di Area, il giudice (della sezione Gip-Gup) Francesco Messina.

Per il magistrato si tratta, appunto, del secondo mandato e come segretario ha indicato il giudice (della sezione penale) Raffaele Morelli. Ruggiero presta servizio nella Procura tranese da 11 anni ed è titolare di fascicoli balzati spesso agli onori della cronaca, come quello sulle agenzie di rating, di recente sfociato nell’assoluzione in primo grado degli imputati. Tra le sue inchieste si ricordano anche quelle su American Express e sui prodotti derivati e, ancora, sulla discarica di Trani (chiusa da due anni e mezzo per inquinamento ambientale) e sul “Sistema Trani”, che ipotizza l’esistenza di un sistema di gestione politico-affaristico delle gare pubbliche in città.

domenica 21 Maggio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 14:18)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti