Attualità

Amore per i valori italiani, il Prefetto consegna l’onorificenza anche ad un biscegliese

La Redazione
Il Prefetto consegna un attestato al Sindaco Giorgino
Tributati riconoscimenti anche a tutti coloro che sono stati impegnati nei soccorsi del 12 luglio
scrivi un commento 344

Si è svolta ieri mattina presso il Palazzo del Governo di Barletta, alla presenza di autorità civili, militari e religiose del territorio, la cerimonia per il 71esimo anniversario dalla proclamazione della Repubblica Italiana.

La cerimonia si è aperta con le note dell’Inno di Mameli a cura dell’Orchestra dell’Istituto “Ettore Fieramosca” di Barletta e con la lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed il saluto istituzionale del Prefetto di Barletta Andria Trani, Clara Minerva.

Nel corso del suo intervento, il Prefetto ha sottolineato come la Festa della Repubblica abbia come filo conduttore il riconoscimento dell’impegno quotidiano, dell’abnegazione, della passione e di quell’attaccamento ai valori costituzionali di uguaglianza e solidarietà che sono emersi chiaramente dalle parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, nel messaggio augurale ai Prefetti.

Impegno quotidiano, abnegazione e passione sono stati alcuni dei valori riconosciuti dal Presidente della Repubblica a 16 cittadini di questa Provincia, cui il Prefetto, assieme ad altre autorità istituzionali, ha consegnato le Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana per essersi distinti per senso del dovere e responsabilità nei rispettivi ambiti lavorativi e nel settore sociale e del volontariato.

L’onorificenza di GrandenUfficiale è stata consegnata a Vincenzo Scarcelli (Andria); le onorificenze dinUfficiale al Merito della Repubblica Italiana sono invece state consegnate anVito Di Bitonto (Barletta), Nicola Di Gifico (Trani) e Sebastiano Lavecchian(Barletta); le onorificenze di Cavaliere al Merito della Repubblica Italianansono invece state consegnate a Fedele Di Bari (Andria), Giuseppe Dimiccolin(Barletta), Giuseppe Di Nunno (Canosa di Puglia), Giambattista Di Pasqualen(Andria), Francesco Michele Di Pinto (Canosa di Puglia), Cosma DamianonFilannino (Barletta), Mario Fioretto (Andria), Vito La Notte (Bisceglie), AlfonsonPetroni (Canosa di Puglia), Sergio Ricchitelli (Bisceglie), Giuseppe Russon(Barletta) e Michele Sfregola (Barletta).

La Medaglia d’Onore è invece stata consegnata alla memoria del militare Luca Russo di Margherita di Savoia, deportato in Germania dal settembre del 1943 al maggio del 1945.

In una giornata dal forte significato valoriale per il Paese, il Prefetto ha voluto tener viva la memoria del tragico incidente del 12 luglio scorso e dopo un doveroso e commosso pensiero per le 23 vittime ed aver espresso un sentimento di vicinanza alle loro famiglie, ha voluto consegnare degli attestati di riconoscimento a quanti con professionalità ed umanità si sono prodigati in modo esemplare nei soccorsi: il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, l’Azienda Sanitaria Locale di Barletta Andria Trani, la Città di Andria, la Provincia di Barletta Andria Trani, la Regione Puglia, la Questura di Bari, il Comando provinciale dei Carabinieri di Bari, il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Bari, il Compartimento di Polizia Ferroviaria di Puglia, Basilicata e Molise, il Comando Militare Esercito Puglia, la Brigata Pinerolo, l’82° Reggimento Fanteria Torino ed il Coordinamento provinciale delle Associazioni di Volontariato.

«In una circostanza così drammatica – ha spiegato il Prefetto – si è avuta la conferma dell’attaccamento della nostra comunità a quei valori solidali che costituiscono un pilastro fondamentale della nostra Costituzione».

Al termine della cerimonia, il Prefetto ha voluto rivolgere un pensiero affettuoso alle nuove generazioni, testimoniando il loro costante impegno, grazie al prezioso lavoro dei docenti e degli educatori, nel promuovere e diffondere la cultura della legalità intesa prima di tutto come rispetto delle regole di civile convivenza.

Sono così stati consegnati degli attestati di riconoscimento all’Istituto Comprensivo Statale “Musti – Dimiccoli” Barletta, per aver diffuso la cultura della legalità attraverso il progetto “A scuola… di legalità” nell’ambito de “Il maggio dei libri 2017”, al Liceo Scientifico “Carlo Cafiero” di Barletta, per aver diffuso la cultura della legalità con il progetto didattico formativo integrato di alternanza scuola lavoro “Conoscere la storia per vivere la legalità” ed all’Orchestra dell’Istituto “Ettore Fieramosca” di Barletta, per aver diffuso la cultura del rispetto delle donne con l’esibizione “Donne”, vincitrice del X Concorso Musicale Internazionale “Città di Tarquinia”.

sabato 3 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:59)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti