Cronaca

Gli antichi registri parrocchiali entrano nell’era digitale

La Redazione
Il Progetto Radici
Il "Progetto Radici" dell'Amministrazione comunale nell'ambito delle politiche per lo sviluppo socio-occupazionale
scrivi un commento 380

L’Amministrazione Comunale di Bisceglie, nell’ambito delle politiche per lo sviluppo socio-occupazionale del proprio territorio, dando attuazione alla L.R. 3/2016 per la promozione del ReD (Reddito di Dignità Regionale) attraverso l’attivazione di interventi integrati per l’inclusione sociale attiva, ha iscritto un progetto denominato “Progetto Radici” nel catalogo dei “Progetti di tirocinio per l’inclusione sociale” della Regione Puglia.

Il progetto, che vede come capofila il Comune di Bisceglie, si avvale della partnership del Museo Diocesano, del Liceo Scientifico “L. da Vinci” e del Seminario Arcivescovile.

Il Sindaco Francesco Spina ha firmato con i rappresentanti dei soggetti partner il relativo protocollo d’intesa.

Obiettivo del Progetto è quello di offrire ai cittadini l’opportunità di svolgere il proprio tirocinio nell’attuazione delle varie fasi progettuali che consisteranno nella scansione ottica dei registri parrocchiali antichi (dal XVI al XVIII secolo) e nel data-entry delle informazioni contenute in essi per la realizzazione di una banca dati in grado di fornire velocemente a ciascun cittadino la possibilità di ritrovare le proprie ”radici” viaggiando a ritroso nel tempo.

“Si tratta di un progetto innovativo promosso dall’amministrazione comunale che consentirà da un lato di poter meglio garantire la conservazione dei documenti cartacei originali e dall’altro di poter più agevolmente accedere alle informazioni utili per le indagini sulla storia dei monumenti (chiese, palazzi, ville) e dei cittadini che li hanno costruiti, abitati o trasformati nel corso dei secoli”, ha dichiarato il Sindaco Spina.

“Ringrazio il dottor Giacinto Lanotte, Direttore del Museo Diocesano, don Gaetano Corvasce, Direttore del Seminario Arcivescovile, il professor Cristoforo Modugno, Dirigente del Liceo Scientifico “Da Vinci”, per la felice intuizione e per l’importante apporto fornito al progetto”, ha concluso Spina.

martedì 6 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:53)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti