Cronaca

Nasce un teatro all’aperto all’interno del “Bastione San Martino”

La Redazione
Nasce un teatro all'aperto all'interno del “Bastione San Martino”
Costerà circa 2 milioni di euro intercettati dal Comune attraverso fondi della Presidenza del Consiglio dei Ministri
scrivi un commento 535

La Presidenza del Consiglio dei Ministri, con apposito decreto, ha approvato e finanziato il progetto di realizzazione di un teatro all’aperto all’interno del “Bastione San Martino”.

Il progetto del Comune di Bisceglie, classificatosi al 25° posto su 451 proposte giunte da tutta Italia, riceverà il finanziamento richiesto pari a 2 milioni di euro.

Lo rende noto un comunicato diffuso da Palazzo di Città.

L’intervento completa la riqualificazione avviata attraverso il recupero del Waterfront del Comune di Bisceglie, finanziato con oltre 4 milioni di euro nell’ambito dei Programmi di Rigenerazione Urbana promossi dalla Regione Puglia.

Nell’area interna al “Bastione San Martino” sarà creato un “Teatro urbano all’aperto” capace di ben 600 posti a sedere, con servizi e aree annesse (area ludica per bambini, piccolo ristoro, biglietteria, etc.), in grado sia di integrare le dotazioni infrastrutturali della città a supporto delle attività culturali “tout court” (festival, concerti, proiezioni, performance, saggi, etc.), sia di rappresentare un volano per amplificare il rilancio del borgo antico anche in termini di sviluppo economico di attività connesse e di creazione di nuove opportunità di inclusione sociale e lavorativa.

Dal punto di vista tecnico, in fase di realizzazione degli interventi, si procederà all’asporto di parte del materiale di risulta (conferito in tempi remoti e ampiamente documentato, ndr) del quale è stato riempito il Bastione San Martino.

Lo scavo, assolutamente non rilevante ai fini delle esigenze di tutela archeologica, consentirà pertanto di liberare parte dell’area e di dare vita alla gradinata che costituirà la dotazione di posti a sedere e il palcoscenico del teatro, posizionato intercettando il livello di campagna inferiore (precedente al riempimento) posto in connessione con l’accesso al bastione dal varco di via Porto, dal quale potranno liberamente entrare manovalanze, artisti, tecnici, etc..

In quest’ambito, ancora, troveranno ubicazione i camerini e le altre dotazioni di servizio.

Il recupero dell’esistente, in termini di vani, consentirà poi la realizzazione di servizi, uffici, biglietteria e piccolo ristoro, etc. in prossimità dell’ingresso al Teatro, previsto in via Cristoforo Colombo, sull’anello di connessione delle Mura, in adiacenza alla scalinata che connette il Borgo Antico al Waterfront e al porto turistico.

“Dopo decine di milioni di euro recuperati per la rigenerazione del centro storico, del water front e della diga di Levante – ha dichiarato il Sindaco Francesco Spina -, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri completa il prezioso mosaico di opere pubbliche e culturali che stanno letteralmente trasformando la città di Bisceglie. Con il terzo teatro che sta per nascere, Bisceglie si conferma un vero e proprio polo attrattivo di carattere culturale ed artistico ed un grande centro turistico a livello regionale e nazionale”.

“Ringrazio il Dirigente dell’Utc, arch. Giacomo Losapio, tutto l’Ufficio Tecnico comunale e i dirigenti del Comune di Bisceglie che in questi anni ci hanno consentito non solo di partecipare ad ogni bando nazionale e regionale ma addirittura di vincerli sempre tra i primi posti”, ha continuato Spina.

“Ringrazio, inoltre, gli uomini e le donne della mia giunta e della mia maggioranza che mi hanno dato fiducia per raggiungere questi straordinari traguardi nell’interesso supremo della città”, ha concluso il Sindaco Francesco Spina.

sabato 10 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:45)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti