Cronaca

Truffa dello specchietto rotto, arrestati due malfattori

La Redazione
Truffa dello specchietto
Bloccati a Terlizzi da un carabiniere libero dal servizio. In mattinata avevano truffato due biscegliesi
scrivi un commento 1181

Carabiniere libero dalservizio sventa truffa dello specchietto e fa arrestare due pluripregiudicati, colti in flagranza di reato. Potrebbero essere le stesse persone che in mattinata avevano messo in scena la stessa truffa ai danni di due automobilisti biscegliesi.

È accaduto a Terlizzi nel pomeriggio di giovedì, attorno alle 17.30, quando il militare, maresciallo dell’Arma di stanza presso la stazione di Ruvo, si trovava casualmente in zona ospedale, dove ha notato un’auto modello Range Rover con a bordo la coppia, che si apprestava a truffare con il noto trucco un automobilista di passaggio.

La tecnica del raggiro è piuttosto comune: accostare con la propria auto una vettura in transito e simulare un urto, colpendola con un arnese o con un sasso. Dopo di che si costringe il malcapitato a fermarsi e ad ammettere la responsabilità dell’incidente, mostrando a riprova il danno subìto, in genere la rottura dello specchietto retrovisore (in realtà precedentemente danneggiato).

Ma la Range Rover dei due truffatori era stata denunciata alla stazione dei Carabinieri di Ruvo il 30 maggio scorso per un altro tentativo di truffa da tre automobilisti ruvesi e, fatalità, era stato proprio il maresciallo a registrare la segnalazione. Così, avendo riconosciuto l’automobile, il militare, in collaborazione con gli uomini della Tenenza di Terlizzi, è riuscito ad arrestare i due uomini, colti sul fatto.

I due truffatori, entrambi 35enni di Pomigliano d’Arco, in provincia di Napoli, sono stati trasferiti nel carcere di Trani su disposizione del magistrato di turno. L’accusa per loro è di truffa aggravata.

sabato 10 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:52)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti