Cronaca

Agguato nella notte, davanti la stazione. Un 25enne in fin di vita

La Redazione
Il luogo della sparatoria
E' successo poco dopo la mezzanotte
scrivi un commento 13924

Sparatoria nella notte a Bisceglie, un giovane di 25 anni, Matteo De Gennaro, è ricoverato in gravissime condizioni in ospedale.

E’ avvenuto tutto poco dopo la mezzanotte nei pressi della stazione ferroviaria di Bisceglie. L’unico dato certo è che la persona ferita è un uomo molto conosciuto in città, il cui padre è titolare di una nota pizzeria.

Sul posto in pochi istanti sono arrivati gli uomini del 118 per prestare le prime cure all’uomo che era riverso per terra, pancia in su, in una pozza di sangue. Sul posto anche i carabinieri che hanno immediatamente isolato la zona ed avviato le indagini.

Con il passare delle ore cominciano a delinearsi i contorni di questa assurda vicenda che ha portato Bisceglie agli onori della cronaca nazionale per un fatto di sangue che mette i brividi. E sì, perché dalle primissime ricostruzioni dell’accaduto sembra che l’uomo che ha sparato lo ha fatto con un obiettivo ben preciso: uccidere il giovane Matteo De Gennaro. Ed i carabinieri incaricati delle indagini coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani, Alessandro Pesce, in queste ore stanno proprio scandagliando la vita del ferito per individuare il movente che ha spinto l’aggressore ad estrarre una pistola dopo un lungo inseguimento a piedi, per poi esplodere quattro colpi, uno dei quali ha raggiunto la vittima designata in pieno volto.

L’inseguimento è cominciato in via Padre Kolbe, dove in questi giorni di festa cittadina sono alcune giostre. Matteo De Gennaro era in compagnia di qualcuno, quando sarebbe stato raggiunto dall’aggressore. Quindi la fuga verso la stazione ferroviaria. Ma qui, poco più avanti, sarebbe stato raggiunto e colpito da un proiettile al volto. Il pistolero ha esploso almeno altri tre colpi andati fortunatamente a vuoto.

Le condizioni del giovane sono gravissime ed i medici dell’ospedale di Andria si sono riservati la prognosi. Il giovane lotta fra la vita e la morte. I carabinieri hanno già acquisito le immagini della videosorveglianza per avere un quadro più chiaro di quanto avvenuto.

Gli inquirenti, ovviamente, al momento non escludono alcuna ipotesi.

domenica 11 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:44)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti