Attualità

Nuovi Cavalieri e nuove Dame templari biscegliesi

Francesco Sinigaglia
Cavalieri e nuove Dame templari biscegliesi
Dopo la cerimonia di elevazione e vestizione, è stato assegnato il Premio Cuore d'Oro 2017
scrivi un commento 1221

Dopo la celebrazione della Santa Messa officiata da Don Luciano Rotolo, nell’Aula di San Giovanni Battista, al Cospetto del Gran Priore Internazionale Massimo Maria Civale di San Bernardo, dell’Ambasciatore dei Corpi di Pace e Solidarietà – Comm. Giuseppe De Pasquale, Alti Dignitari italiani e Cavalieri – Dame di Gran Croce Commenda Provincia Bat (Mariagrazia Celestino, Maria Consiglio, Nicolantonio Logoluso) e Cavalieri Commenda di Bisceglie (Francesco Cognetti, Vitoronzo Pastore, Emanuele Storelli, Giuseppe Stragapede) dell’Ordine Cavalieri Templari Cristiani Internazionale Cattolici “Jacques De Molay” – POVERI CAVALIERI DI CRISTO, hanno ricevuto la Vestizione per la Commenda di Bisceglie, la Dama Francesca Ceci di Terlizzi per i Cavalieri l’Assessore comunale Giovanni Abascià. Il Comm. Provincia Bat, Cav. Pina Catino è stata elevata a Priore della Puglia.

Dopo la cerimonia di elevazione e vestizione, è stato assegnato il Premio Cuore d’Oro 2017 alle seguenti alte personalità pugliesi distintesi a livello internazionale in ambito professionale, culturale, umanitario: sig. Mauro STORELLI (perito) Operatore di pace Club per l’UNESCO di Bisceglie -FICLU; dott. Vito Lotito, former V. President Human Resources and Administration Greater Toronto Airports Autority</i>; dott. Pompeo Maritati (economista) impegnato nel volontariato Culturale, ha fondato l’Associazione Italoellenica, il Club per l’UNESCO della Grecìa Salentina e del Comitato Promotore per Club per l’UNESCO di Lecce.

Gli scopi della Confraternita Internazionale dell’Ordine dei Cavalieri Templari Cristiani “Jacques De Molay” MILITIA CHRISTI ORDO TEMPLI HIEROSOLYMITANI iscritta nel registro della trasparenza presso la Commissione Europea, sono quelli di promuovere ogni attività che possa contribuire al miglioramento del livello della qualità della vita delle persone disagiate o con problemi fisici, favorendone il benessere fisico, psichico e spirituale. Oltre a ciò, sostenere le case-famiglia povere e promuovere reciproco aiuto e solidarietà, anche mediante assistenza domiciliare da parte dei volontari e di personale esperto; diffondere la cultura della solidarietà tra i cittadini e nelle scuole per sollecitare l’impegno civile e morale a favore dei più poveri e disabili; stabilire e curare collegamenti e rapporti di collaborazione con enti pubblici e privati.

I templari, inoltre, collaborano con le parrocchie, le diocesi, i comuni, le regioni ed altre associazioni, in opere di accoglienza, di intervento integrativo alle famiglie, agli anziani, case famiglie a quanti ogni giorno nella solitudine, ai margini della comunità.

martedì 20 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:21)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti