Attualità

“Legni di mare”, al Castello la mostra fotografica di Antonella Berlen

La Redazione
“Legni di mare”
Sabato 15 luglio l'appuntamento con l'ecodesigner che con i suoi scatti racconterà scene di vita della piccola marineria locale
scrivi un commento 186

Continuano le mostre al Castello di Bisceglie, tanti sono stati gli artisti che hanno scelto le sale del Castello come spazio espositivo o che hanno accolto l’invito dell’ente gestore ad esporre le loro opere.

Illustrazioni, dipinti, sculture e mostre con tematiche ambientali.

Sabato 15 luglio è la volta di un’artista, un’artigiana del riciclo, un ecodesigner che con i suoi scatti ci racconterà scene di vita della piccola marineria locale, “Legni di mare”, mostra fotografica realizzata da Antonella Berlen.

L’amore per il mare, immagini che raccontano la bellezza e l’anima di oggetti sempre sotto i nostri occhi, visioni di una quotidianità tale da essere data a volte per scontata.

“C’è bisogno – scrive Antonella Berlen – di guardare lento e profondo per catturare immagini che permettano di appropriarsi visivamente del proprio territorio. Attraverso ogni scatto racconto il passaggio dell’uomo in uno spazi definito, la vita e l’abitudine nel costante rapporto con il mare, l’esistenza amorevole ed accurata di scorci intimi levigati e scolpiti dal tempo, nascosti nel visibile scontato di una fragile barca di legno”.

Andare per mare: Imbarcazioni, reti, ami, cime e fiocine, scatti multicolori che testimoniano la routine marinara della costa barese.

I legni di mare, dai nomi ricercati o che più semplicemente richiamano l’intimità domestica , esprimono, attraverso il gioco curvilineo delle funi, la volontà di rimanere ancorati alla terra, ondeggiando in un porto sicuro.

“Le tonalità cromatiche – confessa Antonella Berlen – cambiano a seconda dei luoghi. A Mola si prediligono i verdi, i gialli, i rossi, a Monopoli le varie tinte dell’azzurro”.
Ma non tutto è bello ed affascinante. L’uomo dà e l’uomo distrugge. Plastica e rifiuti di ogni genere sembrano quasi invadere prepotentemente lo spazio visivo. “Legni di mare” acquista maggiore forza diventando una seria denuncia.

Antonella Berlen, è una creativa compulsiva – spiega Annella Andriani -, crea immagini suggestive. E’ una “raccoglitrice” di indizi casuali, ma cercati perché li ha scelti, li aveva in mente prima di pigiare il pulsante della macchina fotografica.

La mostra è promossa nell’ambito nell’ambito delle attività di valorizzazione e fruizione del Castello Svevo Angioino di Bisceglie che ospita “Custodi del Mare – Piccola scuola permanente di tutela e cultura del Mare” promossa dal CEA – ZonaEffe e dall’Associazione DueMari.

giovedì 13 Luglio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 12:34)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti