Cronaca

Nasce a Bisceglie la Consulta per la Sicurezza Stradale e la Mobilità Sostenibile

La Redazione
Il Palazzo di cittàdi Bisceglie
Ne fanno parte sette associazioni del territorio
scrivi un commento 176

«Nasce a Bisceglie la Consulta per la Sicurezza Stradale e la Mobilità Sostenibile del Comune di Bisceglie. Un risultato raggiunto dopo un percorso di confronto e dialogo promosso dal basso da associazioni impegnate sui temi della mobilità sostenibile, alcune delle quali promotrici un anno fa del flash mob “La bici è una persona?”».

E’ quanto si legge nella nota diffusa dal coordinamento delle associazioni che ne fanno parte.

La nuova Consulta, insediatasi lo scorso 10 luglio e istituita con delibera di Consiglio Comunale n.81/2016, è costituita da sette associazioni attive sul territorio. Ognuna di queste ha nominato un referente individuato sulla base delle competenze ed esperienze comprovate: Biciliae (Vincenzo Povia), Cavallaro (Sabino Piccolo), Ludobike (Pietro Loconsolo), Mente Interattiva (Antonio Consiglio), Mosquito (Marzia Papagna), Open Source (Giuseppe Lopopolo) e ZonaEffe (Ferdinando Di Cesare).

Un tavolo tecnico che vuole comunicare con il territorio e con i cittadini. Infatti, il punto di partenza è stato attivare l’indirizzo email: consultamobilitabisceglie@gmail.com. Questo è il primo strumento, semplice ed immediato, per offrire a tutti i cittadini e a tutte le realtà locali, la possibilità di inviare segnalazioni, suggerimenti o domande e facilitare il processo di partecipazione sin da subito.

Il fine comune è sostenere l’implementazione di politiche pubbliche che guardino alla mobilità sostenibile quale valore collettivo della nostra città, di cui l’esistenza stessa della Consulta è prova tangibile.

Per questo, si comunica l’invito rivolto all’Amministrazione comunale a candidare prontamente il Comune di Bisceglie alla “Determinazione Dirigenziale della Sezione Mobilità sostenibile e Vigilanza del TPL” della Regione Puglia, (con particolare riferimento all’Azione 4.4, Interventi per l’aumento della mobilità sostenibile nelle aree urbane e sub urbane). La proposta è quella di candidare una propria manifestazione di interesse che miri sia alla sostituzione sia alla implementazione del proprio parco mezzi del TPL.

giovedì 13 Luglio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 12:34)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti