Attualità

Un concerto su un isolotto in mezzo al mare per aprire il Bisceglie Jazz Festival

Annamaria Natalicchio
Mirko Signorile
La rassegna organizzata dalla Fondazione Seca e dall'Amministrazione comunale guidata da Francesco Spina
scrivi un commento 651

Partirà dal mare il Bisceglie Jazz Festival sabato 5 agosto. La Fondazione S.E.C.A. di Trani ha puntato sulla vicina Bisceglie per la Rassegna Fuori Museo per la prima edizione dell’iniziativa, raccogliendo l’entusiasmo del sindaco Francesco Spina e dell’amministrazione biscegliese che sostiene e patrocina l’evento. Da oggi sino a sabato 5 agosto ci occuperemo degli artisti che si esibiranno nella tre giorni dedicata al jazz.

L’overture vedrà protagonista l’orgoglio pugliese Mirko Signorile, appena acclamato dai fasti di Umbria jazz, che in una performance irripetibile per luogo e atmosfera in grado di creare darà inizio alla rassegna fitta di grandi nomi della scena musicale internazionale.

Quasi come in un film Signorile si esibirà in mezzo al mare sull’Isolotto La Cassa in quel rapporto simbiotico con il pianoforte che solo lui interpreta a quel modo, proponendoci alcuni brani del suo ultimo lavoro “Open your sky”. Uno scenario da sogno nel bel mezzo del Porto Turistico Bisceglie Approdi con le note che si dipaneranno per tutta l’area portuale. Una performance gratuita che coglierà tutti i sensi con giochi di luce e uno maxi schermo che permetterà a tutto il pubblico di vedere l’esibizione di Signorile a partire dalle ore 20,30.

Ci introdurrà ogni sera in questo mondo sconfinato e affascinante del jazz il musicologo Alceste Ayroldi con la sua competenza e professionalità in materia di jazz. A lui, come novello cicerone, il compito di presentare le tre serate del Festival partendo dal quel luogo incantato e di pregnanza storica, attracco di imbarcazioni con tanto di bitte, immerso in pieno porto.

Un artista straordinario Mirko Signorile, dai natali baresi. Classe ‘74, è da anni attivo sulla scena jazz nazionale sia come leader di progetti a suo nome che come accompagnatore. Nel corso degli anni si è esibito con Dave Liebman, Greg Osby, Coung Vu, Enrico Rava, Paolo Fresu, David Binney, Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso, Gaetano Partipilo, Roberto Ottaviano, Davide Viterbo, Eugenio Finardi, Giuliano Sangiorgi, Paola Turci, Reneè Aubry, Bebo Ferra, Ralph Alessi.

La sua attività abbraccia anche altre arti come il cinema, il teatro e la danza contemporanea. La grande libertà espressiva della sua musica, la sua capacità di infrangere i confini tra spazi musicali contemporanei, sonorità originali che sanno amplificare la carica emotiva di ogni singola nota, gli permettono di spaziare e di cercare interconnessioni con le altre forme artistiche, specialmente con il cinema, per il quale elabora diverse composizioni.

Ha al suo attivo nove album: In full life (Soul Note, 2003), The Magic Circle (Soul Note, 2005) e Clessidra (Emarcy/Universal, 2009) che ha riscosso un grande consenso di pubblico e di critica (miglior album per “Argo Jazz”) portando il conferimento del prestigioso Italian Jazz Awards 2010 nella sezione “Best Jazz Act”.). Nel 2009 e nel 2012 ha registrato con la cantante Giovanna Carone Betàm Soul e Far Libe, due produzioni discografiche (Digressione Music), dedicate alla musica yiddish. Il 2012 è anche l’anno di From the hell (Auditorium Parco della Musica) nato dalla collaborazione con il Puglia Jazz Factory” (Partipilo, Casarano, Bardoscia e Accardi) e dell’uscita di Magnolia (Auand “piano series”). L’album, votato come uno dei migliori dell’anno da Jazzit e positivamente recensito dalla critica, trova un’entusiasmante accoglienza del pubblico soprattutto in occasione dell’uscita del video clip ufficiale “Come burattini”. Nel 2014, sempre in duo con Giovanna Carone, registra Mirazh (Digressione Music) progetto discografico di 13 composizioni originali ispirato a “Le Città Invisibili di Italo Calvino”.

Intensa è la sua attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi nel mondo (Giappone, Usa, Francia, Belgio, Germania, Spagna, Israele, Russia, Ucraina, Croazia, Canada etc) e in tour europei come rappresentante del jazz italiano per “Suono italiano”.

Nella primavera del 2015 esce Soundtrack Cinema, per l’etichetta Auand “piano series”, il suo primo disco “in piano solo” di composizioni originali e libere interpretazioni di colonne sonore.

Nel 2016 escono due nuovi album: “Banab”a con il deejay Marco Messina (un progetto acustico-elettronico) e “Open Your Sky” il nuovo album del Mirko Signorile Quartet. Inoltre viene pubblicata la prima raccolta di composizioni per pianoforte Piano Paradiso.

Aspettiamo sabato 5 agosto per essere rapiti dalle note di questo grande artista nella prima giornata del Bisceglie Jazz Festival che proseguirà con Carolina Bubbico trio (ore 21,00), altro concerto gratuito in Largo Porta di mare, e con l’asso della tromba, Fabrizio Bosso & Spiritual trio feat. Walter Ricci (ore 22,30) al Torrione Sant’Angelo.

Mirko Signorile official web site. www.mirkosignorile.com

Fb https://www.facebook.com/pages/Mirko-Signorile/220293810546?fref=ts

INFO Abbonamenti e biglietti Bisceglie Jazz Festival: Fondazione S.E.C.A. Trani 0883582470. Bar San Giuseppe Via Giovanni Bovio 189 Bisceglie BT cell: 389.6950500 || Anche su www.bookingshow.it

domenica 30 Luglio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 11:55)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti