Cronaca

Progetto per Disturbi del Comportamento Alimentare, il plauso dei sindacati

La Redazione
Casa Divina Provvidenza Bisceglie
L'intervento delle segreterie Regionali Confsal e Fials sulla iniziativa intrapresa dal Commissario Straordinario della Casa Divina Provvidenza
scrivi un commento 360

«Apprendiamo con grande soddisfazione dell’iniziativa assunta dal Commissario Straordinario della Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in A.S., che nonostante si sia ormai perfezionata la procedura di vendita del complesso aziendale ad UNIVERSO SALUTE srl, nell’interesse dei cittadini del nord barese e della provincia di Foggia e dei lavoratori della Casa Divina Provvidenza, abbia inteso avviare un progetto inerente l’attivazione di un modulo per l’assistenza ai pazienti affetti da Disturbi del Comportamento Alimentare dotato di ben 20 posti letto».

E’ quanto si legge nella nota inoltrata dalle segreterie Regionali Confsal e Fials sulla iniziativa intrapresa dal Commissario Straordinario della C.D.P., tesa ad implementare servizi utili e carenti nel territorio e a garantire la continuità Aziendale alla Casa della Divina Provvidenza.

Il progetto – si legge nella nota – è «destinato alla cura di patologie quali: il disturbo da alimentazione incontrollata, l’anoressia nervosa e la bulimia nervosa. Insomma patologie complesse conseguenti a disturbi psicopatologici che provocano, se non curate adeguatamente, danni fisici anche gravi, con evidenti ricadute negative anche dal punto di vista dei costi sociali.

Per queste motivazioni non si può che non condividere un progetto di tale portata, che, qualora approvato dalla Regione Puglia, doter, una grande porzione del territorio di due provincie di una struttura destinata a curare patologie che si stanno diffondendo con grande rapidità e che ormai hanno colpito milioni di cittadini in Italia e che sono la seconda causa di mortalità tra gli adolescenti.

Particolare rirevanza ha inoltre il progetto, atteso che nella ASL BT è presente solo un ambulatorio per i D.C.A. incardinato nel Dipartimento di Salute Mentale, senza dotazione di posti letto ed ubicato a Margherita di Savoia.

Infine la previsione di tale delicata attività sanitaria rappresenta un’occasione imperdibile per il rilancio delle attività assistenziali della Casa Divina Provvidenza, che dovrà da subito, dopo il passaggio dì gestione ad UNIVERSO SALUTE sri, rappresentare un punto di partenza per un rafforzamento aziendale ed una innovazione nelle attività assistenziali, attraverso un processo di riconversione dei servizi resi attualmente, contribuendo così a garantire un futuro stabile ai circa 1600 dipendenti della Casa Divina Provvidenza.

Per queste motivazioni le Segreterie Regionali di Puglia della CONFSAL e della FIALS, plaudono e sostengono iniziativa progettuale del commissario Cozzoli, auspicando che in tempi brevi la Regione Puglia possa rilasciare la propedeutica Autorizzazione alla Realizzazione al fine di poter depositare l’Istanza di Autorizzazione all’Esercizio e Accreditamento istituzionale, atteso che i locali individuati per ospitare il modulo da 20 posti letto non necessitano nemmeno di lavori di adeguamento».

lunedì 14 Agosto 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 11:15)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti