Cronaca

Terremoto ad Ischia. Il racconto di un biscegliese

Pinuccio Rana
Terremoto ad Ischia
Momenti drammatici nell'isola piena di turisti
scrivi un commento 921

Erano le 20.57 di ieri sera quando la terra dell’isola di Ischia ha iniziato a tremare.

Per i turisti, tantissimi in questo periodo sull’isola verde, e per i residenti, l’estate si è fermata nel peggiore dei modi. Prima un boato poi la consapevolezza di quello che stava accadendo. Le suppellettili che cadevano, i mobili che si spostavano e poi il black-out, i crolli.

I turisti hanno letteralmente preso d’assalto il primo traghetto partito per Pozzuoli mentre c’è chi ha dormito in strada, su una panchina, aspettando le prossime navi per Napoli.

Si contano i feriti: 39, di cui uno gravissimo. E i morti: due donne. E si sono vissute le storie di chi, per ore, è rimasto sotto le macerie.

Secondo quanto riportato dal sito dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Invgi) il terremoto ha avuto una magnitudo di 4.0 (inizialmente si era parlato di 3.6).

Tra le migliaia di turisti presenti sull’isola vi è anche un biscegliese che la redazione di BisceglieLive.it è riuscita a contattare. Si tratta di un biscegliese in vacanze ad Ischia con alcuni amici. Qualche minuto prima aveva postato su Facebook «Dove sto io la situazione è tranquilla adesso, solo un po’ di spavento e due minuti di blackout».

Questo il suo brevissimo racconto: «Le case crollate erano vecchissime. La scossa è durata due secondi contati, si sono appena mossi i lampadari, la corrente è mancata nemmeno due minuti. La situazione è davvero tranquilla. Non ci sono altri biscegliesi con me a Ischia che dista 7 km da Casamicciola (la zona più colpita).

Nelle foto il campo sportivo di Lacco, dove si sono recate le persone per dormire questa notte ed alcuni scorci della città devastata dal terremoto.

martedì 22 Agosto 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 11:06)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti