Cronaca

La scuola del futuro è a Bisceglie. E’ stata dedicata a Sandro Pertini

La Redazione
close
Intitolazione nuova scuola Sandro Pertini
Ieri la cerimonia di intitolazione
scrivi un commento 1495

E’ stata dedicata all’indimenticato Presidente di tutti gli italiani, Sandro Pertini, la nuova scuola che andrà a servire la zona 167 della città di Bisceglie.n

Un’opera straordinaria anche per impatto visivo e innovativa dal punto di vista logistico che certamente sarà apprezzata dai biscegliesi. La scuola che sorge in in piazza Filippo Hackert ospiterà sei sezioni della scuola che sarà individuata nei prossimi giorni.n

Alla cerimonia era presente il Sindaco di Bisceglie Francesco Spina, accompagnato da quasi tutta la sua giunta comunale, dai progettisti e dai vertici dell’azienda che l’ha realizzata.n

Tra l’altro si tratta di un progetto, “Terra Madre”, vincitore del concorso di progettazione per la realizzazione di una scuola materna e una piazza pedonale, indetto dal Comune di Bisceglie, all’interno del Progetto “Qualità Italia” promossa dal MIBAC.n

L’innovativo impianto planimetrico della scuola è caratterizzato da uno schema che alterna spazi serviti e di servizio definiti da muri paralleli. Quest’ultimo è intercettato da un sistema fluido che definisce sia l’ingresso principale che una corte interna avvolta da un corridoio anulare, che a sua volta collega e lega tutte le funzioni interne ed esterne. Il progetto evoca un legame profondo, metaforico ed estetico con la Madre Terra. Nella corte interna centrale, una vera e propria aula all’aperto a forma di grembo materno, sono previste essenze tipiche del paesaggio locale con alberi e arbusti della macchia Mediterranea. In modo simile il giardino perimetrale prevede piccoli orti, alberi da frutta e vivai dove i piccoli utenti possono imparare come frutta, verdura e ortaggi vengono coltivati.n

Un messaggio ecologico che incoraggia la partecipazione delle famiglie alla vita scolastica, la scoperta e l’apprendimento attraverso esperienze multisensoriali all’aperto. Il sistema costruttivo, in setti murari di laterizio armato, è stato scelto per le caratteristiche di isolamento/inerzia termica, isolamento acustico e per le eccezionali prestazioni in zona sismica. A rafforzare la spiccata sensibilità ambientale del progetto si prevede un uso estensivo di materiali sostenibili e di sistemi passivi che consentono di ridurre il fabbisogno energetico sia nella costruzione che nella gestione dell’opera.n

Grazie inoltre all’utilizzo di energia proveniente da fonti rinnovabili (principalmente pannelli fotovoltaici collegati ad un sistema di batterie di accumulo), unitamente a un sistema di raccolta e stoccaggio delle acque meteoriche, si è potuto raggiungere l’obiettivo di “Edificio ad Energia Quasi Zero” in classe energetica A4.n

n

giovedì 31 Agosto 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:47)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti