Attualità

Teresa De Sio ha cantato Pino Daniele e incantato Bisceglie

Pinuccio Rana
close
Intervista a Teresa De Sio a Bisceglie
Lo spettacolo-evento che ha salutato l'estate dei biscegliesi
scrivi un commento 511

Teresa De Sio ha cantato Pino Daniele ed ha incantato Bisceglie.

La regina del folk rock si è esibita con la sua band in un concerto gratuito finanziato con fondi comunali. Ha portato a Bisceglie la sua straordinaria carica e il suo “Teresa canta Pino”, nuovo progetto discografico (prodotto da Luisa Pistoia e Carlo Gavaudan per Sosia&Pistoia e da Teresa De Sio/distribuito da Universal Music) in chiave folk, un “atto di devozione” della cantautrice napoletana all’amico Pino Daniele, il musicista scomparso nel 2015. In questo disco, il mondo musicale di Teresa De Sio si fonde con quello di Pino Daniele, dando nuova vita ad alcuni storici brani del cantautore napoletano, senza stravolgerli ma immergendoli nelle sonorità tipicamente folk-rock di Teresa.

Nel corso del concerto biscegliese sono state cantate tra le altre anche “’O Scarrafone”, “Bella ‘mbriana”, “Je so’ pazza (Je so’ pazzo)”, “Lazzari felici”, “Serenata a fronn’ e limone”, “Quanno chiove”, “Notte che se ne va”, “Un angolo di cielo”, “Fatte ‘na pizza”, “Chi tiene ‘o mare”, “Ninnananinnanoè”, “Tutta n’ata storia”, “Alleria”, “Viento”, “Napule è”, e un brano inedito, “‘O jammone”, ossia “il capo”, scritto dalla stessa Teresa in ricordo dell’amico e collega scomparso, da sempre visto come il più grande artista napoletano.

Ad affiancare la De Sio, che oltre ad essere cantante suona chitarra acustica, chitarra a botta e percussioni, la sua band formata da un gruppo di musicisti: Sasà Flauto (chitarra acustica e elettrica, H.E.R violino), Francesco Santalucia (tastiere), Vittorio Longobardi (basso elettrico) Pasquale Angelini (batteria e percussioni) e Herma Pia Castriota (violino). Il suo concerto ricco di energia, di musica e colori, dove il folk si fondeva al blues e a ritmi contemporanei, è durato un’ora e mezza e ha incantato ed esaltato il numeroso pubblico accorso, nonostante il pericolo della pioggia che, per fortuna, ha smesso all’inizio del concerto, rendendo la musica protagonista e mettendo al centro lo spettatore, facendolo vibrare all’unisono con le note che dal palco si catapultavano verso il pubblico che ha fortemente applaudito per tutto lo spettacolo ricco di pura energia e forza catartica.

lunedì 4 Settembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:43)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti