Attualità

La Puglia vista dal mare, ritorna il tour costiero tra Molfetta, Giovinazzo, Bisceglie, Trani

La Redazione
Il tour costiero dell'associazione Sailors
Ieri la conferenza stampa di presentazione del progetto "MoGio BisTra"
scrivi un commento 667

Torna per il secondo anno il tour costiero tra le città di Molfetta, Giovinazzo, Bisceglie e Trani. Ieri mattina presso la banchina Seminario del porto di Molfetta è stata presentata l’iniziativa dell’associazione Sailors con il patrocinio e il supporto del Comune di Molfetta assessorati al mare e alla socialità che fa parte del progetto “Mareducazione”.

Per tutto il mese di settembre una imbarcazione adibita al trasporto passeggeri della società Marine Tour,ndenominata “Nuova Peschici”, abitualmente adibita agli ormai consolidatintour turistici delle grotte sul Gargano, sarà ospite nel porto di Molfetta pernsvolgere attività turistica e di conoscenza del nostro territorio.

L’iniziativa si sviluppa in due tour costieri giornalieri che partendo danMolfetta, visitano Giovinazzo, città di Terra di Bari, per arrivare alle città dellanPuglia Imperiale, Bisceglie e Trani, facendo vivere un’esperienza in marenlungo tutto il litorale, accompagnati da una guida certificata bilinguenitaliano/inglese.nCastelli, cattedrali e centri storici sul mare, arte e ruralità costieranrappresentati come una parte del ricco patrimonio culturale del nostronterritorio offerto in un originale “tratturo” del mare.

I luoghi visitati – Il percorso in barca permette di osservare, da una nuova prospettiva,nelementi storico-artistici e naturalistici presenti sul territorio. Si parte dalnporto della città di Molfetta per ammirare il Duomo di San Corrado e ilncentro storico, con la sua palazzata a mare di cui il Torrione Passari ènuno degli elementi di maggiore rilevanza storica.nSi prosegue verso Giovinazzo. Il piccolo porticciolo della città ospita lenstrutture della torre aragonese, dalla forma cilindrica, e la Cattedralencon il suo campanile.nTornando indietro verso Molfetta, superata Cala San Giacomo, il portonmedievale della città, e gli orti costieri, si scorge Torre Calderina,ncostruzione aragonese della rete difensiva della dominazionenspagnola.

L’Oasi Naturale di Torre Calderina, istituita dalla Provincia dinBari nel 1984, è caratterizzata da uno splendido territorio di macchianmediterranea, siti archeologici, ville antiche, trulli e muretti a secco,nche le conferiscono un elevato valore ambientale, storico enpaesaggistico poco conosciuto. Importantissimo sito preferenziale pernl’avifauna in transito lungo le coste occidentali della Puglia per le rottenmigratorie.nLa torre è ubicata in territorio biscegliese tra Cala Pantano e le Grottendi Ripalta. Quest’ultime, apprezzabili solo dal mare, sononcaratterizzate da un insieme di 5 grotte d’origine cretacea, enrappresentano la vera sorpresa di questo percorso.nGiunti nel porto di Bisceglie, si possono ammirare le imponenti murandella città e i bastioni di epoca aragonese. Si scorge anche lanCattedrale, situata nel mezzo del centro storico, e l’alto campanilendella Chiesa di San Matteo. Continuando a costeggiare la lunga litoranea biscegliese, si giunge anTorre della Guardia, anch’essa facente parte della rete delle torri dinavvistamento aragonesi.

Il territorio tranese spicca per la presenza del Monastero di SantanMaria di Colonna, e della Villa Comunale, un giardino terrazzatonottocentesco.nIl tour termina nel porto di Trani, dove si trovano il FortinonSant’Antuono, con la chiesa annessa, le tre absidi della Chiesa dinOgnissanti, la Chiesa di Santa Teresa e, infine, la Cattedrale.nA poca distanza, fuori dal Porto si può ammirare il Castello Svevo.nSi tratta di un viaggio alla scoperta delle cattedrali sul mare e dellanrete difensiva del litorale, attiva durante i secoli in cui le incursioni dinpirati, oltre alla necessità di avere approdi nel mar Mediterraneo,nerano all’ordine del giorno.nLa costa conserva anche zone dal grande interesse naturalistico pernla nidificazione di uccelli migratori e la presenza di animali marini,nquali le tartarughe Caretta Caretta e un gran numero di specie dindelfini.

domenica 10 Settembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:36)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti