Politica

Silvestris attacca: «Spina preferisce i soldi all’essere Sindaco. I 4 punti da cui ripartire»

Pinuccio Rana
close
Intervista Sergio Silvestris su decadenza Spina
Parole durissime dell'ex eurodeputato nei confronti del Sindaco Uscente
scrivi un commento 1050

Davanti al Monumento del sindaco Umberto Paternostro in piazza Vittorio Emanuele, Sergio Silvestris, a nome della coalizione di centrodestra Bisceglie 2018, ieri ha tenuto una conferenza stampa sulla situazione politico amministrativa a Palazzo di città di Bisceglie con i fatti dell’ultima settimana.

Cosa vuol dire ai nostri lettori Sergio Silvestris dopo questa conferenza stampa?
“Abbiamo assistito in questa ultima settimana alla storia più triste della storia politica cittadina; mai le istituzioni erano state offese e denigrate come avvenuto da questa vicenda che però ha una lettura chiara, certificata dallo stesso protagonista: La cosa principale che interessa all’ex sindaco Spina sono i soldi, tanto che lui per un vecchio presunto credito di 15.000 euro non ha esitato a far causa al Comune anche se questo ha comportato la sua decadenza dalla carica.

Quindi tra fare il Sindaco e intascare 15.000 euro forse, la cosa per lui più importante è intascare 15.000 euro; un esempio pessimo di come non si servono le Istituzioni, un esempio terribile di come non si deve fare la politica, una certificazione di come l’interesse personale prevale sull’interesse pubblico. 50.000 cittadini, i loro bisogni, la necessità di creare occupazione, di abbassare le tasse, di far sviluppare questa città, vengono dopo l’interesse privato e personale di una sola persona, se stesso che per intascare 15.000 euro forse, non esita a rinunciare a onorare il patto che ha stretto con gli elettori dando continuità fino alla fine del mandato alla sua carica.

Tutto questo dimostra di che pasta è fatto, che è attaccato ai soldi e anche alle poltrone; infatti aveva chiesto la candidatura al partito democratico al Parlamento, il partito democratico, lo ricordo, è l’ottavo partito a cui Spina ha aderito negli ultimi dodici anni, ovviamente, il Partito democratico non gli ha dato la candidatura al Parlamento, per candidarsi si sarebbe dovuto dimettere e ha scelto la via della decadenza per tentare di incassare almeno questi 15.000 euro.

Noi vogliamo voltare pagina, vogliamo che la gente dimentichi questa brutta pagina molto diseducativa per le famiglie e, soprattutto per i giovani e vogliamo costruire una grande alleanza di gente per bene che manda a casa la gente per male che oggi amministra Bisceglie e che sappia ritrovarsi su un programma chiaro e preciso per la nostra città”.

Cosa pensa del neo sindaco Vittorio Fata?
“Il rispetto per le Istituzioni e il decoro della carica del Sindaco mi impone di non dare giudizi personali su chi la ricopre anche se chi la ricopre, la ricopre in maniera rocambolesca perché non è stato eletto dai cittadini; quello che oggi è da censurare è l’atteggiamento sbagliato di chi mette i soldi per sé davanti all’interesse pubblico e, soprattutto l’idea di rimettere in moto questa città.

Noi vogliamo costruire con la maggioranza della gente per bene, delle forze sane di Bisceglie, un programma in quattro punti: 1) ridurre le tasse; 2) aumentare il lavoro; 3) rendere più vivibile questa città [riorganizzare i rifiuti, migliorare le scuole, più verde, più parchi attrezzati, più servizi sociali, significa strade, servizi pubblici che funzionano]; 4) di ritrovare quei valori e quei principi a partire dal rispetto per le donne e per le mamme che, in questi ultimi mesi, anni, si sono opacizzati e appannati.

Su questi quattro punti, sono convinto, costruiremo una grande alleanza di popolo, di programma e di sviluppo per Bisceglie.

giovedì 14 Settembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:25)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti