Politica

Innovazione, on. Boccia: «Il Sud cresce grazie alla Puglia. Su digitale possiamo sfidare chiunque»

La Redazione
Francesco Boccia
L'intervento del deputato biscegliese in Fiera del Levante in cui parla di export con gli Usa in crescita nel Mezzogiorno ed in calo al Nord
scrivi un commento 161

“I gradi di innovazione tecnologica raggiunti da certe realtà del nostro Paese, penso al Politecnico di Bari, e agli stessi dipartimenti di informatica delle Università, a partire da quella di Bari, sono l’esempio di come l’Italia può giocarsela alla pari con tutti, a partire dalla Silicon Valley. Questo non vuol dire avere un piccolo Zuckerberg nascosto nel cilindro, ma l’aver raggiunto dei livelli di relazione tra centri di ricerca, imprese e istituzioni che porta l’innovazione tecnologia ad essere considerata priorità e patrimonio collettivo”.

Così Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio della Camera, ieri in Fiera del Levante per “Apulian business in the USA”.

“Agli USA – ha proseguito il deputato biscegliese -, come ricordavamo poc’anzi con il console americano in Italia Dana Murray, ci lega un rapporto storico consolidato, noi siamo leali ma mai subalterni, quando vediamo cose che non vanno lo diciamo; come è avvenuto negli anni scorsi ai giganti del web per l’evidente elusione fiscale, così come non ci convinceva il trattato TTIP ed è stata opportuna una riflessione nuova in sede europea. Ma non dimentichiamo l’intensità del rapporto storico commerciale che, opportunamente, il Presidente Michele Emiliano richiama nella costruzione del rapporto tra Puglia e diplomazia Usa in Italia.

L’interscambio Italia-Usa supera i 50 miliardi e l’Italia ha un saldo attivo nella bilancia commerciale superiore ai 23 miliardi. Sono numeri importanti che vanno difesi e rafforzati. La Puglia supera gli ottocento milioni di export e punta a crescere sempre più con meccanica ad alta innovazione tecnologica, agricoltura, tessile e calzature, possiamo facilmente toccare il miliardo di export. La Regione Puglia da questo punto di vista si sta mostrando lungimirante nel legare le misure legislative regionali ai principali a quelli nazionali sui settori strategici.

Da questo punto di vista dev’essere chiaro a tutti che noi sul digitale non facciamo la parte dei consumatori passivi ma investiamo in ricerca per giocarci la partita della competizione in campo aperto”.

venerdì 15 Settembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:24)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti