Calcio

Bisceglie, che beffa, la vittoria sfuma nel finale.

Alessandro Ciani Passeri
Vrdoljac in azione nella sfida contro la Sicula Leonzio
Alla rete di Delic dopo appena otto minuti, risponde quella di Tavares per il pari dei siciliani. Nerazzurri sottotono. Sabato prossimo affascinante derby al "Via del mare" di Lecce.
scrivi un commento 192

Sfuma nel finale la terza vittoria in campionato per il Bisceglie che si vede riacciuffare in extremis dalla Sicula Leonzio dopo l´iniziale vantaggio messo a segno da Delic.

Davanti a pochi intimi (poco più di 700 spettatori, minimo stagionale finora), i nerazzurri disputano probabilmente una delle peggiori partite di questo primo scorcio di campionato, complice l´ottima gara disputata dagli avversari e il non perfetto momento di forma di alcuni atleti chiave.

Senza Petta e Partipilo, non al meglio, Zavettieri, si affidava al consueto 4-3-3 con i medesimi interpreti della sfida di sette giorni prima con il Catanzaro, eccetto Delic al posto di Azzi e Migliavacca per Delvino. Nella Sicula, stesso modulo di gioco per mister Rigoli che deve fare a meno di Arcidiacono in attacco, preferendo Ferreira a Tavares al fianco di Marano e Aquilanti.

Subito avvio con il botto per Bisceglie che con Delic, su assist di Jovanovic, trova la rete del vantaggio (prima marcatura in nerazzurro nella prima gara ufficiale da titolare). Grande freddezza per l´attaccante croato che davanti a Narciso non sbaglia.

La rete del vantaggio era da molla per l´orgoglio dei siciliani che riuscivano ad uscir fuori alla distanza con grinta e determinazione. Bloccato l´uomo chiave del centrocampo nerazzurro Mario Vrdoljac, fermato spesso con un gioco duro che lo costringerà poi a lasciare anzitempo il rettangolo di gioco, la Sicula trovava sulla corsia destra dei nerazzurri il corridoio dove poter affondare con maggior costanza.

Le non perfette condizioni fisiche di Migliavacca, recuperato in extremis, consentiva ai vari Davì e Squillace di rendersi pericolosi con scorribande che però risultavano, almeno inizialmente, infruttuose in fase conclusiva.

Dopo il goal del Bisceglie, Sicula pericolosa al 20´: Bollino sguscia sulla sinistra, traversone sul secondo palo per Marano che in sforbiciata schiaccia troppo la palla che termina sopra la traversa. Sei minuti dopo è ancora Leonzio con il duo Bollino – Marano, questa volta però il numero 25 siciliano non aggancia.

Alla mezz´ora torna a rendersi pericoloso il Bisceglie con Lugo che prova un tiro a giro su appoggio di Montinaro, ma la sfera è fuori misura. Prima di rientrare negli spogliatoi è ancora la Leonzio ad andare vicino alla rete sugli sviluppi di un corner battuto da Squillace e spizzato da Gianola, con De Rossi che arrivava alla conclusione ma trovava la pronta risposta dell´ottimo Crispino. Senza ulteriori grossi sussulti la prima frazione di gioco si conclude sull´1-0.

L´avvio della seconda frazione si apre subito con i bianconeri ospiti in attacco. Al 50´ Bollino filtra per De Rossi che calcia sul primo palo, Crispino è attento nello smanacciare in corner.

Zavettieri capisce le difficoltà dei suoi e prova a cambiare qualcosa, inserendo Azzi in attacco in luogo di Delic, con l´obiettivo di provare a sfruttare la velocità del brasiliano e gli spazi lasciati dagli ospiti. Proprio l´attaccante italo-brasiliano si rende pericoloso al 58´ con una conclusione di sinistro che però sorvola il montante. Gioco spezzettato, complice l´eccessivo agonismo degli ospiti, pronti ad aggredire il possessore di palla dei padroni di casa anche in maniera fallosa.

Al 71´ il Bisceglie ha sui piedi di Montinaro il match ball per chiudere il match, ma l´esterno salentino raccolto l´assist di Jovanovic, non riesce a piazzare la sfera alle spalle di Narciso da pochi passi. Al 75´ ancora Bisceglie con una conclusione dai 25 metri di Vrdoljac che Narciso smanaccia in angolo. Nel finale Rigoli prova la carta Tavares al centro dell´attacco e la mossa risulterà decisiva: è l´84´ quando un cross di Squillace spizzato da Davì con il tacco, giunge al neo entrato che di testa anticipa il suo marcatore e infila Crispino sul secondo palo.

E´ la rete che ristabilisce l´equilibrio e che essenzialmente chiude il match che, nonostante il sei minuti di recupero non regalerà più nessuna emozione.

Secondo punto in due gare per il Bisceglie che si porta a 7 punti in classifica Sabato prossimo il Bisceglie sarà di scena al Via del mare di Lecce in un derby affascinante e tutto da vivere.

TABELLINO

Bisceglie (4-3-3): 1 Crispino, 6 Jurkic, 9 Jovanovic, 13 Giron, 14 Delic (dal 51° 25 Azzi), 16 Lugo Martinez (dal 66° 21 Risolo), 17 Montinaro (dall´88° 18 Gabrielloni), 19 Vrdoljak (dall´88° 10 Toskic), 20 Boljat, 23 Migliavacca (dal 51° 15 Delvino), 24 Markic. Allenatore: Nunzio Zavettieri. A disposizione: 12 Vassallo, 3 Raucci, 4 Diallo, 11 D´Ancora, 22 Alberga.

Sicula Leonzio (4-3-3): 1 Narciso, 3 Squillace, 5 Gianola, 9 Ferreira (dal 91° 13 Camilleri), 10 Bollino, 16 De Rossi, 18 Aquilanti, 23 Davì, 24 Gammone (dal 77° 19 Tavares), 25 Marano (dal 62° 20 Bonfiglio), 27 D´Angelo. Allenatore: Pino Rigoli. A disposizione: 22 Ciotti, 2 Pollace, 4 Giuliano, 6 Monteleone, 11 Russo, 14 De Felice, 21 Cozza.

Arbitro: Francesco Meraviglia di Pistoia.

Assistenti: Giuseppe Perrotti di Campobasso, Michele Pizzi di Termoli.

Reti: 8° Delic, 85° Tavares.

Note: spettatori 769, di cui 530 abbonati. Incasso di € 1.945,00

Calci d´angolo: 2-7. Ammoniti: 18° Davì, 36° Vrdoljak, 38° Montinaro, 62° D´Angelo.

sabato 23 Settembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:08)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti