Cronaca

Al via il nuovo corso dell’Opera Don Uva.

La Redazione
La consegna delle chiavi della Cdp
Mons. Vincenzo Pisanello: "Questi malati ci stanno a cuore"
scrivi un commento 737

“Sappiamo cosa ci attende. Siamo ben consci di avere una grande responsabilità. I nostri principi ispiratori sono gli stessi del Fondatore di quest’Opera meravigliosa, Don Pasquale Uva: lealtà, chiarezza, sacrificio, impegno e amore verso i nostri pazienti”. Così il dott. Paolo Telesforo, Amministratore Delegato di Universo Salute – Opera Don Uva, a margine della “storica” cerimonia che ieri, 1 ottobre 2017, dopo tanti momenti difficili, ha ufficializzato l’inizio di una nuova era.

“Credo sia stato proprio Don Uva – ha aggiunto l’AD – a guidarci dall’alto affinché la Universo Salute si prendesse cura della sua maestosa Opera, salvaguardando in primis quelli che lui amava definire gli ultimi tra gli ultimi…”

Sua Eccellenza Monsignor Vincenzo Pisanello, Vescovo di Oria e Commissario Apostolico, ha benedetto il nuovo corso dell’Opera, da oggi denominata “Universo Salute – Opera Don Uva”, subentrata alla Congregazione Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria, celebrando la Santa Messa in una Basilica di San Giuseppe gremita in ogni ordine di posti.

Numerose le autorità istituzionali, religiose, politiche e civili presenti, provenienti dall’intera regione, insieme alle associazioni di volontariato e a tanta gente comune, da sempre legata affettivamente all’Opera.

Presenti e visibilmente commosse anche le Ancelle della Divina Provvidenza, con le quali la Universo Salute ha inteso ricucire il rapporto interrotto nella fase di commissariamento.

“Il Servo di Dio Don Pasquale Uva – ha sottolineato S.E. Mons. Pisanello – aveva a cuore la centralità del malato: questo nuovo inizio ha un significato ben chiaro e cioè che questi malati ci stanno a cuore”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Presidente del CDA di Universo Salute – Opera Don Uva, il dott. Michele D’Alba: “La nostra è una missione nel solco tracciato da Don Uva, seguendo le sue coordinate. Teniamo – ha evidenziato D’Alba – a rilanciare l’Opera non solo a livello regionale, ma anche nazionale. Il nostro obiettivo è soprattutto quello di migliorare la qualità della cura e dell’assistenza dei nostri pazienti. In tal senso contiamo tantissimo sulla collaborazione del nostro personale, al quale intendiamo garantire tranquillità e serenità per favorire l’avvio di una nuova stagione di impegno reciproco e di grande prospettiva”.

lunedì 2 Ottobre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 9:53)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti