Cronaca

Tetto del Dell’Olio, le opposizioni: «Basta con la politica dei proclami». Appello a Provincia Bat

La Redazione
Istituto tecnico G. Dell'Olio di Bisceglie
Le parole di Angelantonio Angarano, Roberta Rigante, Gianni Casella, Pierpaolo Pedone, Giorgia Preziosa e Massimo Mastrapaqua
scrivi un commento 318

La vicenda del tetto scoperchiato dal vento dell’Istituto Giacinto dell’Olio di Bisceglie finisce al centro del dibattito politico in città. L’iniziativa è di sei Consiglieri comunali di opposizione: Angelantonio Angarano, Roberta Rigante, Gianni Casella, Pierpaolo Pedone, Giorgia Preziosa e Massimo Mastrapaqua.

Ecco il testo del loro intervento:

«Siamo ancora increduli di fronte all’immagine di quelle lamiere accatastate al suolo ed al solo pensiero di ciò che di peggio poteva accadere.

Il tema delle esigue risorse finanziarie destinate alle Province in relazione alle funzioni loro rimaste è problema serio e preoccupante ma non può essere un alibi per il rimbalzo delle responsabilità quando si tratta della sicurezza e dell’incolumità dei cittadini e, a maggior ragione, dei ragazzi.

I lavori all’Istituto “Dell’Olio” sono una vicenda che va avanti da anni senza trovare soluzione definitiva al di là dei tanti proclami: ”I lavori per un importo di 230mila euro, dureranno 100 giorni al termine dei quali sara’ risolta definitivamente la situazione causata da fenomeni atmosferici all’Itc Dell’olio”.

Queste furono le parole pronunciate dall’allora presidente della Provincia, Spina, allorquando iniziarono i lavori per mettere in sicurezza anche il tetto in questione.

I forti venti oltre a scoperchiare gran parte dell’istituto scolastico hanno scoperchiato e reso ancora una volta evidente quanto l’opposizione denuncia da tempo e cioe’ il fallimento di una politica che ha preferito anteporre i proclami, la propaganda e le targhe alla reale funzionalità’ ed efficienza delle opere.

Gli appelli di un dirigente scolastico alle istituzioni ed ai genitori degli alunni, anche per questioni di “organizzazione” ed al di là di quest’ultima clamorosa vicenda, rappresentano un segnale di allarme e richiesta di aiuto che la politica “Vera” deve assolutamente raccogliere nei fatti e concretamente, altrimenti sarà solo l’ennesimo sintomo di una citta’ segnata da un declino” etico” del modo di amministrare la cosa pubblica.

Noi consiglieri di minoranza non ci rassegneremo mai a questo stato di cose e non rinunceremo ad impegnarci per cambiare questo modo di amministrare: lanciamo un appello all’attuale Presidente della Provincia Bat affinchè si adoperi al massimo delle possibilità per “risollevare” la splendida e importante struttura architettonica del nostro Istituto “Dell’Olio” ed affinchè i ragazzi possano riprendere la “didattica” in totale sicurezza.

Lo stesso appello rivolgiamo ai parlamentari del territorio affinchè si impegnino a dotare la Provincia delle risorse necessarie al corretto svolgimento dei suoi compiti o, in alternativa, a proporne il definitivo scioglimento con passaggio di funzioni e relative risorse ai restanti enti territoriali.

Basta con i proclami; basta con gli alibi; basta con la politica che guarda all’”immediato” e non al futuro delle comunità».

venerdì 27 Ottobre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 9:12)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti