Cronaca

Due romene entrano in un’auto, feriscono il proprietario, ma vengono bloccate da un passante

La Redazione
Una "gazzella" dei carabinieri
L'incredibile scena avvenuta il primo novembre sotto gli occhi increduli dei passanti
scrivi un commento 4407

E’ avvenuto tutto intorno alle 13.30 del 1 novembre in via Di Vittorio, angolo via Giovanni Paolo II: un uomo di circa 65 anni stava cercando di parcheggiare la propria autovettura di fronte ad un ristorante.

In quel frangente due giovani romene si sono intrufolate nell’auto, una sul sedile anteriore lato passeggero ed una sul sedile posteriore. Hanno frugato all’interno dell’autovettura, ma il proprietario scende dalla macchina e blocca la giovane romena seduta sul sedile posteriore. In quel frangente l’altra donna scende dall’auto, strattona l’anziano e gli sfila il portafogli.

In quel momento stava transitando in quella strada un’altra auto guidata da un uomo, dipendente di una agenzia di investigazioni di Barletta, che, vista la scena, scende dalla propria auto, lasciandola a centro strada incustodita e urlando di fermarsi rincorre le due rumene riuscendo a bloccarle dopo 500/600 metri in via Albrizio, angolo via Fondo Noce.

Il proprietario della vettura vittima dell’assalto delle due donne ha riportatato lesioni alla mano che sono state medicate con 7 punti di sutura. Sul posto è giunta anche una pattuglia dei Carabinieri di Bisceglie contatta dai passanti.

Il processo per direttissima si è tenuto ieri mattina al carcere di Trani, aula bunker, ed è stato rinviato al 10 novembre 2017.

venerdì 3 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 9:04)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti