Politica

Completato l’iter della decadenza del Sindaco. Restano in carica Giunta e Consiglio

La Redazione
Il Capo dello Stato Mattarella
La firma del decreto da parte del Capo dello Stato
1 commento 783

Così come già anticipato in occasione della dichiarazione di decadenza del Sindaco Francesco Spina, in questi giorni si è completata la procedura attivata in quella circostanza.

Procedura che prevede, così come conferma il Segretario generale del Comune Francesco Lazzaro, un decreto di scioglimento del Consiglio comunale da parte del Capo dello Stato. Cosa che si è puntualmente verificata nei giorni scorsi: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, infatti, lo scorso 25 ottobre ha provveduto a comunicare lo scioglimento dell’assise per l’avvenuta decadenza di Francesco Spina.

Con la firma del Capo dello Stato viene pertanto acclarata la perfettanlegittimità della procedura amministrativa adottata dal Comune di Bisceglienper la decadenza del Sindaco.

Ma, come anticipato a suo tempo, si tratta di un atto formale che non avrà alcuna ripercussione sull’attuale assetto amministrativo: il Consiglio comunale resta in carica (non solo per l’ordinaria amministrazione, ma con i suoi pieni poteri); così come resta al suo posto l’attuale compagine amministrativa.

Le uniche limitazioni riguardano il Sindaco Vittorio Fata, che non può far parte dell’assise comunale (cosa peraltro già nei fatti dall’inizio della consigliatura) e che non potrà né nominare un suo vice, né aumentare la composizione della sua Giunta comunale (al limite si potrà sostituire un assessore con un altro, senza modificare il numero complessivo).

A partire dall’indizione dei comizi elettorali (nella prossima primavera) i Consiglieri comunali entreranno nella consueta fase pre-elettorale che li vedrà con la limitazione dei poteri all’ordinaria amministrazione.

mercoledì 8 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:49)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
VINCENZO TATTOLI
VINCENZO TATTOLI
4 anni fa

La legge stabilisce i principi cardini della legislatura amministrativa del Sindaco. Il Presidente della Repubblica con la sua firma ha decretato la caduta del sindaco con conseguenza dello scioglimento del consiglio comunale. L'atto di Mattarella è un provvedimento sostanziale e non formale. Se fosse formale non c'era bisogno della firma del Presidente della Repubblica. Povera COSTITUZIONE.