Attualità

​Ansia, insonnia e attacchi di panico: le risposte della medicina olistica

La Redazione
Ansia
Se ne parla in un convegno a Bisceglie domenica 3 dicembre
scrivi un commento 585

Secondo un recente studio dell’Oms, Organizzazione mondiale della sanità, il 4% della popolazione a livello internazionale soffre di disturbi d’ansia, percentuale cresciuta di quasi il 15% rispetto a dieci anni fa. A patirne maggiormente le donne.

Guardando all’Europa, sono oltre 36 milioni le persone colpite da depressione e sindrome ansiosa. Ma che cosa s’intende per sindrome ansiosa? Si tratta del complesso di stati psichici contraddistinti da paure, preoccupazioni e timori ossessivi (vedi attacchi di panico, apprensione ingiustificata o agorafobia) associati ad una mancata risposta di adattamento dell’organismo ad alcuni stimoli ambientali.

Tali stati di malessere definiti “disturbi mentali comuni”, spesso degenerano poi in tachicardia, nausea, affaticamento respiratorio e altre serie complicazioni psicofisiche che possono divenire croniche e in alcuni casi invalidanti.

Per approfondire la delicata problematica, l’Associazione CAMP – Professionisti in Medicina Alternativa e Complementare organizza domenica 3 dicembre a Bisceglie, nell’auditorium delle Vecchie Segherie, un convegno specialistico per le professioni medico-sanitarie dal titolo “Mente, Corpo e Sindrome Ansiosa: l’Equilibrio Inverso”.

Nel corso del seminario saranno presentati quattro indirizzi terapeutici per “una via d’uscita olistica dalla sindrome ansiosa”, ovvero un approccio complementare alla medicina allopatica caratterizzato dalla costante ricerca dell’equilibrio tra mente, corpo, ambiente e salute.

Dalla regolazione neurovegetativa, all’agopuntura, dalla medicina tradizionale cinese, fino alle ultime evidenze in campo nutrizionale e fitoterapico.

A parlarne, il dott. Bartolo Allegrini, medico chirurgo specializzato in medicina funzionale e biointegrata, la dott.ssa Costantina Mastropasqua, medico chirurgo, esperto in floriterapia e kinesiologia, il dott. Joseph Cannillo, biologo specializzato in fitoterapia clinica e la dott.ssa Gemma D’Angelo, medico chirurgo, specializzato in omeopatia e agopuntura.

Il convegno, realizzato in collaborazione con il Laboratorio Fitoterapico Forza Vitale gode del patrocinio della FIB, Fondazione Italiana Biologi, della Sezione Sanità di Confindustria Bari – Bat e dell’ABAP, della Provincia Barletta-Andria-Trano e dell’Associazione Biologi Ambientalisti Pugliesi.

«Si tratta di un’importante occasione di approfondimento e aggiornamento professionale su una problematica molto sentita anche in Italia» dice il Dott. Vito Cannillo, componente del direttivo dell’Associazione CAMP e Amministratore di Forza Vitale Italia. «Siamo certi inoltre che il convegno sarà utile a fare ulteriore luce sulle specifiche opportunità delle terapie olistiche non sempre colte appieno dal mondo della salute ma oramai parte integrante dei protocolli d’intervento e di libera scelta terapeutica. Ringrazio pertanto gli enti e le istituzioni del territorio che hanno da subito sostenuto l’iniziativa».

La partecipazione al convegno, destinata a medici, psicologi, farmacisti, biologi nutrizionisti e operatori professionali del comparto salute, è gratuita.

Per visionare il programma dettagliato e accedere al modulo d’iscrizione è sufficiente cliccare al link http://bit.ly/Bs3Dic . Info ai numeri 347 0558091 e 342 5028423. Segreteria organizzativa 800 370 777.

sabato 18 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:32)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti