Attualità

Il Club per l’Unesco di Bisceglie a Roma per “Camminare insieme per una Cultura di Pace”

La Redazione
Il Club per l'Unesco di Bisceglie a Roma
L'incontro presso la Chiesa San Francesco Saverio al Caravita
scrivi un commento 421

Con il Patrocinio del Club per l’UNESCO di Bisceglie, si è tenuto a Roma venerdi 24 novembre, presso la Chiesa San Francesco Saverio al Caravita, la conventio “Camminare insieme per una Cultura di Pace”, per il Decennio ONU – UNESCO avvicinamento delle Culture (2013 – 2022), organizzata dalla Confederazione Internazionale Templare San Bernardo di Chiaravalle – Poveri Cavalieri di Cristo presieduta dal Gran Priore fr Massimo Maria Civale, di concerto con l’Accademia delle Culture e delle Scienze Internazionali- Presidente il Gen. Angelo SCHIANO DI ZENISE, per dare voce al messaggio dell’UNESCO e contribuire alla realizzazione dei suoi ideali nell’ambito della Formazione sui valori fondanti sanciti dallo Statuto delle Nazioni Unite, cammino partito da Bisceglie il 2 settembre presso il Castello Svevo Angioino.

La convention benedetta da Sua Ecc. il Cardinale Josè Saraiva MARTINS (che ha guidato la congregazione per le Cause dei Santi) e dall’Archimandrita Padre Mtanius HADDAD – Rettore della Basilica di Santa Maria in Cosmedin, è stata aperta dall’intervento del Presidente Club per l’UNESCO di Bisceglie cav. Pina Catino.

Numerose le Autorità nazionali ed internazionali intervenute, tra cui Padre Shadrack MBONAMI da Johannesburg, il senatore Benedetto ADRAGNA, Alti dignitari italiani dell’Ordine Cavalieri di Malta, Ordine Equestre del Santo Sepolcro, Ordine Cav. Templari provenienti dal Brasile, Svizzera, Portogallo, la Senatrice Laura BIANCONI, il Capo di Stato Maggiore Meccanizzato dei Granatieri di Sardegna Gen. Claudio BENCIVEGNA, il Console della Repubblica del Suriname – Principessa Marcia Patricia SEDOC, il Col. Mario LEACCHE, il Col. Giancarlo MaRTINI, lo scrittore Luciano SCIANDRA.

La Regione Puglia è stata rappresentata dal Priore regionale della Confraternita Poveri Cavalieri di Cristo – cav. Giuseppina Catino e dalla Commenda di Bisceglie con il Cav. Di Gran Croce fr Vitoronzo Pastore e le Dame sor. Francesca Ceci e sor. Antonella Pagano, gli stessi sono Membri del Club per l’UNESCO di Bisceglie.

La Convention è stata preceduta, per gli Ordini Cavallereschi aderenti alla Confederazione di San Bernardo di Chiaravalle, dalla visita all’esposizione della copia del Telo della Sacra Sindone a cura del “Centro Sindone Caravita – L’Altra Sindonologia“, che ha rilanciato la Conoscenza «in ogni dettaglio», sul reperto di indiscusso valore storico e spirituale»,

I Templari possedevano la Sindone e l’adoravano quale autentico lino che avvolse il corpo di Gesù Cristo morto in croce. Il lenzuolo sacro fu affidato dal 1260 al 1314 nelle mani dell’Ordine del Tempio. “La tesi è molto di più di una congettura: è basata su una ricostruzione storica molto solida”, avverte la studiosa Barbara Frale, studiosa delle Crociate e dei Templari e autrice dell’opera “La Sindone di Gesù Nazareno”, edita dal Mulino nella collana ‘Biblioteca storica’, in uscita quasi contemporanea con l’ostensione della Sacra Sindone a Torino (nel duomo dal 10 aprile al 23 maggio 2010).

lunedì 27 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:21)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti