Cronaca

Brutale violenza ai danni di una ragazza di 19 anni biscegliese vicino la stazione

La Redazione
La caserma dei carabinieri di Bisceglie
Il suo racconto ai carabinieri: "Un uomo di colore mi ha violentata, aiutatemi!"
scrivi un commento 3187

Un uomondi colore mi ha violentata, aiutatemi!”. È l’esordio del racconto di unanragazza di appena 19 anni reso in lacrime ai Carabinieri della Tenenza dinBisceglie, presentando formale denuncia per violenza sessuale.

I fatti si sononverificati nella serata inoltrata di giovedì scorso, alla vigilia dellangiornata contro la violenza sulle donne, in area buia e poco affollata neinpressi della locale Stazione Ferroviaria.

Il coraggio di denunciare si ènmaterializzato soltanto 24 ore dopo, quando accompagnata dai propri genitori,nla giovane ha varcato la soglia del Comando dei Carabinieri per raccontare lanviolenza subita. Approfittando della scarsa illuminazione e della vulnerabilitàndella vittima, che aveva appena salutato alcuni amici prima di rincasare, un uomondi origini marocchine, 41enne e senza fissa dimora, dopo aver tentato invano dinsedurla e poi di intavolare una conversazione solo in apparenza amichevole,nl’ha aggredita, bloccata, tramortita e trascinata in una parcheggio posto alnriparo da passanti e telecamere di videosorveglianza.

Lì la ragazza è statanquindi costretta a subire dei pesanti palpeggiamenti. Ignari di quantonavvenisse, gli amici sono rientrati a casa, salvo essere poi contattati dainCarabinieri a notte fonda per essere interrogati su quanto era avvenuto enquanto a loro conoscenza. Acquisita la descrizione sommaria degli indumenti endelle fattezze fisiche, ed accertata inoltre la presunta identità delnresponsabile mediante l’analisi di una serie di amicizie incrociate emersendalle dichiarazioni testimoniali, è stata quindi avviata un’immediata attivitàndi ricerca da parte dei Carabinieri della Tenenza di Bisceglie. Nel brevenvolgere di poche ore, grazie ad una meticolosa attività info-investigativa, inmilitari sono riusciti a risalire ad alcune possibili dimore del malfattore,nindividuando alcune abitazioni in Trani e Bisceglie ove lo stesso potevannascondersi.

Il marocchino è stato quindi rintracciato mentre riposava,nunitamente ad alcuni connazionali, in un locale normalmente adibito anscantinato sito nel centro cittadino di Bisceglie. Invitato vestirsi per esserenaccompagnato in Caserma, l’uomo ha indossato gli stessi capi d’abbigliamentondescritti dalla vittima e dai suoi amici, che avevano potuto osservarlo nellenfasi antecedenti alla brutale violenza. Il fermo di indiziato di delittoncui è stato sottoposto il 41enne nella notte di sabato scorso è statonconvalidato dal GIP del Tribunale di Trani, con l’applicazione della misurandella custodia cautelare in carcere, poiché ritenuto responsabile di violenzansessuale, pertanto permarrà presso la Casa Circondariale di Trani andisposizione della competente Autorità giudiziaria.

mercoledì 29 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:20)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti