Politica

Pietro Consiglio: Stop alle strumentalizzazioni politiche sul caso della violenza sessuale

La Redazione
Pietro Consiglio
Le parole del capogruppo consiliare del Partito democratico
scrivi un commento 281

Proseguono gli interventi della politica sulla vicenda della tentata violenza ai danni di una ragazzina di 19 anni da parte di un 41enne arrestato dai carabinieri. Ecco l’intervento del capogruppo del Partito democratico in Consiglio comunale Pietro Consiglio.

«Esprimo la piena solidarietà a chiunque abbia subito episodi violenti ed in particolare alla donna e ai suoi familiari coinvolti nell’ultimo increscioso ed intollerabile episodio di violenza.

Nel contempo, è doveroso esprimere un plauso alle Forze dell’Ordine per la loro tempestiva azione nonché fiducia nell’opera della Magistratura che in tempi brevi ha già provveduto ad arrestare il presunto responsabile dell’atto criminale. Purtroppo, nessuno ha la bacchetta magica. In questo momento così delicato bisogna far fronte comune; invito, pertanto, tutte le forze politiche alla responsabilità e ad evitare facili strumentalizzazioni in attesa degli esiti dei percorsi istituzionali intrapresi correttamente dal sindaco Fata. Sicuramente la Prefettura Bat adotterà i più opportuni provvedimenti per rafforzare le misure di sicurezza nella nostra Città per garantire il sereno svolgimento delle attività commerciali e la tranquillità di tutti i cittadini soprattutto in occasione delle imminenti feste natalizie.

Il mio invito è rivolto soprattutto alle persone che hanno ricoperto incarichi istituzionali e conoscono la complessità del governo delle comunità. Al “neopopulista” Forzista Angelo Consiglio ricordo che fino a 4 anni fa è stato fedele servitore dell’istituzione comunale dell’amministrazione Spina proprio come Assessore alla Polizia Urbana e alla Sicurezza: Non mi sembra che negli anni del suo assessorato abbia brillato per iniziative e proposte, né che circolasse con i manganelli per affrontare i criminali. il suo lamento di oggi sembra più un’autocritica alla sua stessa politica assessorile. La “sicurezza” non è di una parte, ma un bene comune; non è un argomento per creare paura e facile consenso ma è un tema delicato da affrontare tutti insieme. Solo uniti possiamo raggiungere importanti risultati per il benessere e la sicurezza della nostra comunità e delle future generazioni».

venerdì 1 Dicembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:17)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti