Calcio

Bisceglie-Siracusa, gara nel ricordo di Giorgio Di Bari

Alessandro Ciani Passeri
Giorgio Di Bari raffigurato su una bandiera degli Ultras Bisceglie
L'indimenticato capitano dei nerazzurri, stroncato da un malore nel lontano Gennaio 1998, è stata una bandiera anche dei siciliani per diverse stagioni.
scrivi un commento 478

Ritorna la Domenica calcistica anche in casa Bisceglie che dopo 4 mesi di gare disputate di Sabato in questa prima parte del campionato di serie C girone C, Domenica 3 Dicembre alle ore 16,30 è pronta ad ospitare il Siracusa, attuale quarta forza del torneo.

Dopo l´ottimo pari conquistato in quel di Reggio Calabria, la formazione allenata da mister Zavettieri cercherà di proseguire la striscia di risultati utili consecutivi in campionato, attualmente giunta a quota quattro.

Sarà sicuramente una tra le gare più difficili da affrontare per i nerazzurri che si troveranno di fronte la squadra che finora ha ottenuto più punti in trasferta ( ben 16). L´ultima e unica sconfitta fuori dal proprio rettangolo di gioco da parte dei siciliani infatti, risale alla prima giornata di campionato nel derby contro il Trapani (1-0 il finale)

Squadra solita la formazione azzurra allenata da mister Paolo Bianco, ex arcigno difensore del Sassuolo, alla sua prima vera panchina da professionista dopo la proficua carriera da atleta.

Buona tenuta difensiva, rapidità sulle corsie laterali, queste le armi dei “leoni” di Sicilia che nel reparto avanzato fanno soprattutto affidamento sulle reti dell´esperto Emanuele Catania, trentaseienne attaccante esterno con alle spalle anche un illustre passato in cadetteria con le maglie di Nocerina e Cosenza.

Le geometrie dell´ex Andria Mancino, l´esperienza dell´italo argentino Spinelli, e la fantasia dell´esperto Mangiacasale, fanno della formazine siracusana una delle compagini tra le più ostiche del torneo.

Dopo l´ottimo sesto posto della scorsa stagione, la società siracusana non nasconde le ambizioni di migliorare la propria classifica e puntare ad un buon piazzamento Play Off promozione.

Bisceglie che da par suo, forte del suo nono posto, è pronta a dare battaglia per guadagnare ulteriori punti e avvicinare quanto prima la quota salvezza. Zavettiri conta di avere a disposizione tutti gli elementi in organico eccetto il lungodegente Diallo, il quale dovrebbe rientrare ad allenarsi con il gruppo dalla prossima settimana.

Saranno sicuramente della contesa invece i due gli ex di turno: il capitano Andrea Petta, cresciuto proprio nella società azzurra con la quale ha esordito diciottenne tra i professionisti, e l´esterno italo brasiliano Paulo Azzi, 18 presenze e 3 reti nello scorso campionato.

Un grande e unico comune denominatore accomuna i due club, l´ex difensore centrale Giorgio Di Bari, indimenticato capitano dei nerazzurri sul finire degli anni ´90.

Di Bari, barese di nascita ma siciliano di adozione, aveva militato per ben sei stagioni nel Siracusa, tra serie C1 e serie C2, sposandosi e avendo un figlio di nome Pietro proprio nel capoluogo siciliano.

Dopo una carriera di spessore nel professionismo, l´arrivo a Bisceglie nal 1995 nel campionato di serie C2. Per ben tre stagioni l´atleta è stato leader indiscusso della formazione stellata, sia in campo che fuori, conquistando gli apprezzamenti del pubblico per qualità tecniche e professionalità. Proprio a Bisceglie perse la vita in un lunedì pomeriggio di Gennaio per un malore mentre guidava la sua auto.

Curiosità statistica: Sei i precedenti tra i due club che tornano ad affrontasri dopo ben 53 anni: ultimo precedente risale al campionato di serie C 1963/1964, ultima gironta del torneo, con vittoria dei nerazzurri al “Ventura” per 3-1. Successivamente i due sodalizi si sono alternati tra varie vicissitudini tra campionati professionistici e dilettantistici, senza più incrociarsi.

sabato 2 Dicembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 8:16)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti