Cronaca

​Fucili e pistole nella casa biscegliese del suocero del Gip De Benedictis​

La Redazione
Squadra Volante Bari
Nuovo colpo di scena nell'inchiesta sul magistrato ora in carcere
1 commento 2400

Le sorprese non finiscono mai nell'inchiesta che ha travolto l'ex Gip del tribunale di Bari, il molfettese Giuseppe De Benedictis. Dopo le armi da guerra ritrovate ad Andria, ecco quelle trovate a Bisceglie nella casa del suocero.

nn

Fucili e pistole con matricola abrasa e detenute illegalmente sono state trovate e sequestrate dagli agenti della Squadra mobile di Bari nella abitazione di Mauro Lanotte, suocero 88enne dell'ex gip, indagato dalla Dda di Lecce per detenzioni di armi da guerra e attualmente in carcere.

nn

Al momento non ci sono però elementi che inducano a ricondurre le armi a De Benedictis. Gli agenti, nell'ambito dell'attività investigativa collegata alla vicenda dell'ex giudice barese, hanno eseguito una perquisizione domiciliare a casa di Lanotte, ex ufficiale dell'Esercito e in passato titolare di un'armeria a Molfetta.

nn

Nell'abitazione hanno rinvenuto quasi 700 pezzi legalmente detenuti tra cui numerosi armi storiche e una decina di pezzi detenuti illegalmente. L’anziano è stato denunciato in stato di libertà. Le armi sono state sequestrate in attesa della convalida da parte dell'autorità giudiziaria di Trani.

n

giovedì 29 Luglio 2021

(modifica il 28 Luglio 2022, 0:25)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Franco
Franco
1 anno fa

Insomma un vizio di famiglia…..