Cronaca

Approvate agevolazioni e riduzioni Tari con un investimento di 1,2 milioni di euro

La Redazione
Angelantonio Angarano
La tariffa si riduce sensibilmente per le attività economiche e commerciali maggiormente colpite dalla pandemia, confermate tutte le riduzioni ed esenzioni per le utenze domestiche e non domestiche
1 commento 473

Il consiglio comunale di Bisceglie, nella seduta di ieri, ha approvato con i voti favorevoli della maggioranza il regolamento Tari e le relative tariffe oltre che la ricognizione e verifica degli equilibri di Bilancio per il triennio 2021/2023 e ricognizione dei programmi per l'esercizio 2021.

nn

“Ancora una volta abbiamo confermato il massimo sforzo possibile dell’Amministrazione Comunale per andare incontro ai cittadini, al mondo del commercio e alle imprese con l’impiego di circa 1.200.000 euro di risorse comunali”, ha sottolineato il Sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Mantenendo gli impegni assunti in primavera con imprenditori e commercianti, siamo così riusciti a confermare la quasi totalità delle riduzioni dello scorso anno per le attività commerciali colpite dal Covid, aumentando ulteriormente la percentuale di riduzione, salita al 70%, per ristoranti, bar, osterie, pizzerie, pub, mense, birrerie, hamburgherie, discoteche e night club, ovvero coloro che hanno subito maggiormente le chiusure per la pandemia. Un impegno considerevole tenendo presente che le risorse governative per ristorare l’ente dalle mancate entrate ammonta a circa 400mila euro, meno della metà dello scorso anno”.

nn

“Malgrado questo”, ha sottolineato l’Assessore al bilancio Domenico Storelli, “siamo inoltre riusciti a riproporre tutte le riduzioni Tari dello scorso anno sia per le utenze domestiche (per esempio in caso di situazioni di disagio socio-economico con Isee fino a 12mila euro; per chi adotta cani randagi; per chi pratica il compostaggio; per le unità immobiliari che ricadono nella zona del Centro Storico; l’esenzione della parte variabile per gli immobili di categoria A – C1 – C3 – D inutilizzati, vuoti e privi di utenze) sia per quelle non domestiche (per esempio per chi installa sistemi di videosorveglianza). Tra le riduzioni vi sono quelle per le attività commerciali iscritte nell’elenco dei soggetti che svolgono attività funzionali alla raccolta del gioco mediante apparecchi da divertimento con vincite in denaro che dovessero dismettere ed impegnarsi a non ripristinare per un periodo di 5 anni tutte le macchine da gioco di qualsiasi genere con premi in denaro”.

nn

“Novità assoluta è la previsione della riduzione al 100% della tariffa per attività di musei per gli anni 2021-2022-2023 in ottica dalla ripresa e del rilancio della cultura forti della bandiera blu”, hanno chiosato Il Sindaco Angarano e l’Assessore Storelli. “Sempre a questo proposito per l’anno 2021 abbiamo previsto la riduzione del 50% della tariffa variabile per il porto turistico. Tutti i nostri sforzi sono orientati alla ripresa economica e sociale dopo un periodo durissimo, sempre utilizzando il metodo dell’ascolto e della condivisione”.

n

lunedì 2 Agosto 2021

(modifica il 28 Luglio 2022, 0:24)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Mauro Nichilo
Mauro Nichilo
1 anno fa

E le tariffe per le utenze domestiche “normali”? Che destino hanno avuto? E le premialità a partire dal 2019 che fine hanno fatto?