Cronaca

“Un Borgo meraviglioso, ma terra di nessuno. Servono misure strutturali e coraggiose»

La Redazione
Uno scorcio del Borgo Antico di Bisceglie
La riflessione del giornalista biscegliese Vincenzo Arena
1 commento 454

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una riflessione a firma del giornalista biscegliese Vincenzo Arena sulle contromisure da prendere per restituire il centro storico di Bisceglie ai residenti ed ai turisti in piena tranquillità, dopo le vicende che hanno scosso la città nei giorni scorsi.

nn

Ecco il testo integrale.

nn

«"Dormi Bisceglie mia, il tuo borgo è meraviglioso". Scrivevo ironicamente così un anno fa perché, proprio nelle settimane in cui  si svolgeva la manifestazione "Il Borgo delle meraviglie", ci fu notizia di una delle tante operazioni di sequestro di droga nel Centro Storico.   

nn

È arrivato il momento di svegliarsi dal torpore della favola delle città sicure: ieri come oggi il borgo antico è terra di nessuno. Spaccio di droga a qualsiasi ora nei vicoli, fuochi di artificio come segnali di richiamo, rifiuti abbandonati senza regole, auto in fiamme nei parcheggi, rapine, viabilità fuori controllo. 

nn

Il Borgo delle Meraviglie è potenzialmente una manifestazione lodevole, ma prima delle manifestazioni vetrina, importanti ma estemporanee, l'Amministrazione quando tenterà di mettere in campo scelte coraggiose e misure strutturali – coinvolgendo altre Istituzioni, Forze dell'ordine e privati – nel garantire le condizioni di una normale vivibilità della zona? 

nn

Vero è che in passato si è trasformata la città vecchia in un ghetto con scelte amministrative scellerate. Ma oggi non possiamo più stare a guardare: i commercianti, nel borgo meraviglioso, taglieggiati, minacciati e rapinati sotto i colpi dell'arroganza e della prepotenza di gruppi criminali; le zone pedonali a chiacchiere perché, nonostante timide transenne, le auto di certi residenti passano comunque, parcheggiano dove non potrebbero impedendo l'ingresso alle botteghe; gli scooter che impennano sfrecciando; le bici elettriche che son diventate proiettili in movimento. 

nn

In attesa della conferenza di servizi istruttoria sulla sicurezza urbana approvata dal Consiglio Comunale, si potenzi il presidio di quella zona, chiedendo al Prefetto interventi urgenti e agenti a presidio, si convochi immediatamente la Consulta del centro storico perché inizi a lavorare su proposte di misure di reale e strutturale riqualificazione di una zona che potrebbe essere volano della nostra economia, ma è purtroppo…  "cosa loro"».

n

lunedì 23 Agosto 2021

(modifica il 27 Luglio 2022, 23:14)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gerom
Gerom
11 mesi fa

Lei ha ragione, ma ha visto la classe dirigente di questa città? A Bisceglie ci sono circa 20000 nuclei famigliari, se solo il 10 per cento dei benestanti o benpensanti andrebbero a vivere nel centro storico, qualcosa potrebbe cambiare, ma non lo faranno mai. Il centro storico è solo centro di speculazione edilizia nelle mani di pochi, cioè della stessa classe(dirigente). Detto questo bisogna vendere ad 1 euro gli edifici a determinati requisiti e regole, per non parlare delle opere di urbanizzazione. Sig arena, lei a ragione, ma conosce benissimo i benpensanti ipocriti di Bisceglie, ancorché avidi, prossimi al medioevo