Cultura

L’artista Pina Catino rende omaggio a Dante con una sua fotografia

Francesco Sinigaglia
Pina Catino rende omaggio a Dante con una sua fotografia
Mostra curata da Lino Angiuli, Giuseppe Pavone e Daniele Maria Pegorari
scrivi un commento 199

La mostra “Scatti di Poesia” rende omaggio a Dante, unendosi alle celebrazioni nazionali per il VII centenario della morte: lo fa secondo una linea progettuale, ormai consolidata, che incrocia due forme di interpretazione della realtà, quella della fotografia di paesaggio e quella della scrittura poetica, sempre in dialogo proficuo e in reciproca stimolazione. Questa volta alle ‘voci’ dei fotografi e dei poeti si unisce quella di Dante che con le sue terzine (equamente attinte alle tre cantiche della Commedia) ispira ventiquattro artisti (sei fotografe, sei poetesse, sei fotografi, sei poeti), i quali hanno reinventato luoghi geografici e passaggi celebri del capolavoro dantesco, mettendoli alla prova della contemporaneità.

nn

 

nn

         Secondo il consueto format, la mostra, curata da Lino Angiuli, Giuseppe Pavone e Daniele Maria Pegorari e realizzata dall’Agenzia di comunicazione Quorum Italia, dal Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea e dalla rivista letteraria «incroci», presenterà tutte le opere con abbinamenti fra immagini e testi, che sorprenderanno ed emozioneranno lo spettatore fra ricordi e scoperte. Inoltre, se è vero che la poesia nasce dalla sonorità e conserva una familiarità con le arti performative, tutti i testi sono stati interpretati dai loro autori in dodici video accessibili tramite un QR Code, che il visitatore troverà sui pannelli espositivi.

nn

 

nn

         I poeti invitati sono espressione della creatività di tutto il territorio pugliese: dalla Terra di Bari provengono Lino Angiuli, Florinda Fusco, Giacomo Leronni e Anita Piscazzi<span style="color:black">; dal Salento Carlo Alberto Augieri, Marilena Cataldini, Mauro Marino e Stefania Ruggieri<span style="color:black">; dalla Daunia Enza Armiento, Giusi Fontana, Alberto Fraccacreta e Raffaele Niro.

nn

 

nn

         Non solo dalla Puglia, ma anche dalla Basilicata, dalla Toscana, dal Veneto, dall’Emilia e dalla Campania provengono invece i dodici fotografi: Laura Agostini, Nicola Amato, la biscegliese Pina Catino, Angela Cioce, Francesca Della Toffola, Giuseppe Di Palma, Rebecca Ganz, Rocco Giove, Carolina Lemmi, Giuseppe Pavone, Roberto Salbitani e Franco Sortini.

nn

 

nn

         Il progetto è stato reso possibile dal sostegno della Fondazione Cultura Arte di Roma, dell’Associazione socioculturale “La Goccia” di Putignano e del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”; a essi si aggiungono i prestigiosi patrocini del Ministero della Cultura e della Città di Bari e l’affettuosa partnership della «Gazzetta del Mezzogiorno».

nn

 

nn

         In occasione dell’inaugurazione sarà presentato l’elegante Calendario da Collezione del 2022, che raccoglie tutti i materiali testuali e fotografici ospitati nella mostra, che sarà inaugurata alle ore 18.00 di lunedì 11 ottobre nella sala “Leogrande” del Centro polifunzionale degli Studenti, in piazza C. Battisti, 1, alla presenza di Ines Pierucci (Assessora alle Politiche culturali e turistiche della Città di Bari), di Giuseppe Pavone (Direttore del Centro Ricerche per la Fotografia Contemporanea) e di Daniele Maria Pegorari (condirettore di «incroci» e professore di Letteratura italiana moderna e contemporanea).

nn

 

nn

         Durante l’evento, inoltre, il cineasta romano Pasquale Misuraca presenterà il suo ultimo documentario, Dante ritratto autoritratto (realizzato con la partecipazione della medievista Chiara Mercuri), che venerdì 22 verrà proposto agli studenti universitari nella Sala “De Trizio” del medesimo Centro. La mostra è visitabile dall’11 al 23 ottobre nel pieno rispetto delle vigenti norme anticovid. Ingresso libero dal lunedì al venerdì ore 9:00 – 19:00; il sabato ore 9:00 –15:00.

nn

 

nn

         Pina Catino si dedica da oltre trent’anni all’Arte fotografica applicata al campo della ricerca storica e scientifica su ambiente e territorio. È autrice di monografie sulla Storia, mostre d’arte fotografica itineranti a livello internazionale e pubblicazioni che sensibilizzano alla difesa del paesaggio attraverso salvaguardia, valorizzazione e conservazione della natura, siti archeologici e beni culturali. Pina Catino, in più, ha vinto numerosi premi e ricevuto riconoscimenti e onorificenze per la Cultura, per i Diritti umani, impegno sociale. Dal 2010 è il Presidente pro tempore del Club per l’UNESCO di Bisceglie e ricopre anche il ruolo di Priore regionale dei Poveri Cavalieri di Cristo di San Bernardo di Chiaravalle.
Le sue opere sono state recensite da storici e da programmi radio e televisione italiane ed estere.

n

martedì 5 Ottobre 2021

(modifica il 27 Luglio 2022, 21:46)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti