Cronaca

E’ ufficiale, la Puglia da lunedì diventa zona gialla

La Redazione
Puglia in zona gialla
Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza
6 commenti 21417

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla luce dei dati del monitoraggio settimanale, ha firmato una nuova ordinanza che prevede il passaggio di Puglia e Sardegna in giallo e di Abruzzo, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Sicilia in arancione". È quanto si legge in una nota diffusa dal ministero della Salute.

nn

Le differenze nelle restrizioni riguardano soprattutto coloro che non hanno il Super Green Pass: chi è vaccinato o guarito dal Covid potrà accedere a ristoranti, bar, cinema e teatri, che resteranno invece preclusi per chi ha il Green Pass "base" con tampone.

n

venerdì 21 Gennaio 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 17:22)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Annalisa L.
Annalisa L.
6 mesi fa

Il Covid in Puglia è un caso: record di vaccinati ma maggiore incremento di contagi (+159%). E non riescono ancora a spiegarsi-ci come mai.

Gerom
Gerom
6 mesi fa

U ministr della dissalut, nn facc divndee cinesi, quando pellerossa?

Marygreco
Marygreco
6 mesi fa

“Gli italiani credono a qualsiasi minchiata da sempre. Gli italiani amano essere guidati, sono un gregge che segue il cane e io abbaio benissimo “

Marco Toma
Marco Toma
6 mesi fa

Nonostante ci siano dati ottimali per tutta l'area del sud est italiano, nonostante lo scandalo della confusione dei numeri di ricoveri, contagiati, ecc. in Puglia denunciata anche dall'AGI,si è voluto proseguire su questa strada per la nostra regione. Un nuovo accanimento antimeridionalista? Razzismo pandemico di nuovo stile(discorso ironico ma non tanto)?

Tullo Maria
Tullo Maria
6 mesi fa

Altra caricatura sembra che si voglia far andare la situazione peggio, anche se non è vero, è un virus una influenza volete rendervene conto.I numeri sono falsati

Franco
Franco
6 mesi fa

La zona gialla? Solo un inutile accanirsi contro i “noVax,” tra i quali vengono annoverati ormai anche quelli con due dosi e gli over50 renitenti al richiamo di leva.