Cronaca

​«Grazie alla Svolta a Bisceglie diventa un lusso anche morire»

La Redazione
Il viale del Cimitero di Bisceglie
La denuncia del Consigliere comunale di opposizione Francesco Spina
1 commento 820

«Incredibile: a Bisceglie diventa un lusso anche la sepoltura sotto terra. Dopo la stangata su mense, trasporto urbano, Tari e passi carrabili, la Svolta aumenta per 10 volte anche i diritti e le tariffe di sepoltura (diritti necroscopici)».

Così il Consigliere comunale di DifendiAmo Bisceglie Francesco Spina.

«Ieri – racconta Spina -, in un consiglio durato fino a tarda notte, abbiamo cercato di convincere, con una dura battaglia dai banchi dell’opposizione, Angarano & Co. dell’inopportunità di aumentare le tariffe di sepoltura, giusto ora (in questo momento di crisi.) Questi signori della Svolta si sono inventati ieri, contro tutto e tutti, nuove tasse e tariffe su “traslazione salma” (50 euro), concessione ossario comunale (300 euro), concessione ossario comunale speciale (450 euro), concessione fosse inumatorie (250 euro). Dopo aver causato il “blocco,” di cui non si vede la soluzione, della costruzione dei loculi nuovi, ora si sono inventati nuove tasse sulla sepoltura “sotto terra”, colpendo così proprio le famiglie più fragili economicamente.

Era opportuno fare una stangata sulle famiglie biscegliesi che ora dovranno spendere somme ingenti anche per la sepoltura dei propri cari sotto terra? Purtroppo, dopo 20 anni Angarano ha deciso con arroganza di aumentare e imporre nuove esose tasse e tariffe di sepoltura al Comune di Bisceglie. Non si aumentavano ed erano le stesse (bassissime) dal 2000, ma con la Svolta tutto cambia, in peggio; e diventa un lusso anche morire».

martedì 15 Marzo 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 14:56)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
cosimodebari
cosimodebari
4 mesi fa

Non voglio difendere nessuno, ma mi piacerebbe conoscere di quanta percentuale aumentò la Tari negli anni in cui Francesco Spina fu sindaco nonostante fosse in essere la raccolta differenziata.