Cronaca

​Concorsi a Bisceglie, «Troppe stranezze, errori e ripetizioni di sorteggi»

La Redazione
Palazzo di Città
Interrogazione consiliare al Sindaco presentata da Francesco Spina
1 commento 1335

 Interrogazione consiliare al Sindaco e per conoscenza ad una serie di autorità competenti sul caso-concorsi a Bisceglie.

«La procedura – scrive il Consigliere comunale di opposizione Francesco Spina – ha finora visto alcune stranezze, come la ripetizione parziale dei sorteggi, erroneamente effettuati con alcune persone estranee alla short list, dei componenti delle commissioni; la scelta di una società di assistenza per l'espletamento delle prove individuata a trattativa privata e senza comparazione di offerte; peraltro, la stessa ditta prescelta e che ha determinato le note polemiche per le prove concorsuali ARPAL.

Inoltre, a tutt'oggi le commissioni non sono complete e non sono insediate (tra una settimana sono previste le prove), né risultano tra gli atti pubblicati le dichiarazioni di accettazione e insussistenza di cause di incompatibilità. Infine, non esiste una banca dati cui attingere per i quesiti a risposta multipla, né risultano individuati i criteri regolamentari per espletare le prove preselettive e individuare in modo trasparente e senza rischi di ciclicità e prevedibilità le domande da porsi ai candidati.

Infine, la mancata previsione dell'esame dei titoli e, per il concorso degli agenti polizia locale, di prove attitudinali e fisiche e del possesso di patente A per motoveicoli, nonché la mancanza tra i componenti della commissione degli agenti di polizia locale di esperti della materia codicistica stradale, rendono le prove in questione assolutamente aleatorie e incerte, potendo determinare peraltro contenziosi delicati che potrebbero portare all'annullamento dei concorsi e all'incertezza dei rapporti lavorativi.

Pertanto, ho presentato interrogazione consiliare per promuovere anche chiarimenti e iniziative amministrative idonee a superare le criticità e opacità su evidenziate, atteso che la mia precedente interrogazione sulla questione, datata 6 dicembre 2021, non è stata discussa in consiglio comunale e non ha ricevuto idonea risposta politica da parte del Sindaco nonostante che sia decorso il termine di legge di 30 giorni». 

Ecco il testo dell’interrogazione:

"ILL.MO SIGNORPRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

ILL.MO SIGNOR SINDACO

 p.c.

– Commissioni Giudicatrici

– AL SEGRETARIO GENERALE – RESP. ANTICORRUZIONE

– Ecc.ma Prefettura BAT

– Ecc. ma Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Trani

 

OGGETTO: Interrogazione Consiliare urgente anche con risposta scritta circa procedure concorsuali per assunzione profili “D”, “C” e agenti polizia locale- Comune di Bisceglie-insussistenza a tutt’oggi di regole delle prove preselettive del 29 aprile

Il sottoscritto Avv. Francesco Carlo Spina, nella qualità di Consigliere Comune di Bisceglie,

PREMESSO CHE

          Che il Comune di Bisceglie ha indetto le seguenti procedure concorsuali: a) per l’assunzione di n. 2 posti di istruttore direttivo amministrativo cat. Giuridica “D”, posizione economica D1; b) N .3 posti di istruttore amministrativo contabile cat. Giuridcia “C”, pos. Economica C1; c) N. 4 posti di agente di polizia locale, categoria giuridica c, posizione economica c1.

          Che, tra l’altro, tali procedure, non prevedono esami titoli e, per gli agenti di p.l., addirittura neanche prove fisiche selettive o detenzione di patente A per guidare motoveicoli;

          Che la selezione avverrà, quindi, sostanzialmente ed esclusivamente con prove da espletarsi attraverso procedure telematiche;

          Che a tutt’oggi (il 29 aprile sono previste le prove) non risultano pubblicati sul sito concorsi comunali i verbali di composizione completa delle commissioni, con i relativi presidenti, né risultano pubblicati i verbali attestanti l’insediamento, la mancanza di incompatibilità eventuale degli stessi, mentre risultano già fissate dal dirigente, in violazione dell’art 11 del D.P.R. 487/1994, le date (29 aprile) di espletamento delle prove preselettive (era di competenza della commissione regolarmente insediatasi la valutazione circa la necessità effettuare e regolamentare l’espletamento delle prove preselettive in ossequio al bando di concorso, nonché di fissare le date per l’espletamento delle stesse).

          Che il bando prevede l’eventuale prova preselettiva con quesiti a risposta multipla, ma che a tutt’oggi non risulta a chicchessia e neanche alle commissioni (formalmente non insediatesi)  come verrà fatta tale prova preselettiva, chi individuerà e come verranno eventualmente individuate le domande per garantire il rispetto della legge e dei principii di imparzialità e trasparenza (sorteggio? Scelta della commissione da una banca dati? Scelta delegata arbitrariamente e completamente alla società individuata a trattativa privata?) e per evitare la ciclicità e quindi la prevedibilità delle domande.

          Che il supporto per l’organizzazione, la gestione telematica e l’espletamento delle procedure concorsuali sono  state affidate a trattativa privata, senza comparazione di offerte, alla società Erredi Service s.r.l. con sede legale in Napoli, con determinazione della ripartizione amministrativa n.1378 del 17.11.2021, ma non risultano forniti indirizzi per garantire la corretta esecuzione della prestazione secondo i criteri di imparzialità e trasparenza suindicati, né sono stati regolamentati dal bando o dalla commissione le modalità per effettuare tale preselezione.

          Che non risulta formata o pubblicata alcuna banca informatica, né le commissioni, a tutt’oggi paradossalmente non insediate, sono poste in condizione di determinare le scelte di loro competenza circa le modalità di effettuazione e di controllo delle prove preselettive (ad una settimana dalla data di preselezione fissata dal dirigente).

 Tanto premesso, lo scrivente interroga per conoscere

1)      Se Codesta amministrazione abbia adottato atti che vadano a garantire l’imparzialità e trasparenza delle prove preselettive previste per il 29 aprile 2022, protesi a far pubblicare banche dati, a regolamentare le prove selettive o abbia acquisito anche informalmente dai componenti delle commissioni giudicatrici (pur non insediatesi formalmente) le modalità di sorteggio nella giornata stessa delle prove (chiaramente  prima dell’inizio delle stesse), da parte della commissione stessa e nell’ambito di una banca dati più ampia, delle domande da formulare a risposta multipla. Tanto per evitare che alla ditta selezionata a trattativa privata sia conferito di fatto un potere previsto in capo alla commissione giudicatrice per legge e regolamento.

2)       Se codesta amministrazione abbia valutato se la violazione dell’art.11 del D.P.R 487/1994 circa il funzionamento delle commissioni giudicatrici possa poi determinare l’invalidità delle prove con grave nocumento per la certezza dei rapporti di pubblico impiego e per l’economicità della stessa attività amministrativa concorsuale.

3)      Se si voglia fissare la data di discussione in consiglio comunale della mia precedente interrogazione consiliare datata 06 dicembre 2021 circa le procedure concorsuali in oggetto, rimasta finora senza riscontro nonostante l’abbondante decorso del termine di trenta giorni previsto dalla legge e dal regolamento comunale.

Considerata l’urgenza delle questioni poste si confida nel rispetto dei termini di legge.

Cordiali saluti.

Bisceglie, 21.04.2022

                                                 Avv. Francesco Carlo Spina"

 

venerdì 22 Aprile 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 13:18)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Maria
Maria
3 mesi fa

E il lavoro per i nostri ragazzi?