Cronaca

​«I Bilanci al Comune di Bisceglie? Basta la parola, come i confetti lassativi»

La Redazione
Il Palazzo di Città di Bisceglie
Così il Consigliere di opposizione Francesco Spina
scrivi un commento 287

«La legalità finanziaria a Bisceglie: in tutti gli altri comuni italiani la legge italiana prevede all’art. 227 del Tuel la scadenza al 30 aprile del termine perentorio per l’approvazione del conto consuntivo dell’anno precedente, con l’indicazione dei debiti fuori bilancio riconosciuti e da riconoscere. A Bisceglie, a tutt’oggi, non risulta approvata neanche l’idea di un bilancio consuntivo del 2021. I conti sono certificati sulla parola dal Sindaco e dai suoi collaboratori. Hanno detto che tutto è a posto e leggi italiane sono sbagliate. Per cui i bilanci di previsione e quelli consuntivi nella terra di mezzo della Repubblica Italiana sono assolutamente inutili. Come la pubblicità di “Falqui” di qualche anno fa, ad Angarano  & Co. “Basta la parola!”».

Così il Consigliere di opposizione Francesco Spina.

mercoledì 4 Maggio 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 12:44)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti