Cronaca

Bisceglie al convegno “Migrazioni, reti territoriali e accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati”

La Redazione
Roberta Rigante
L'Assessore Rigante: "Lieti di partecipare a questo importante evento e di portare la nostra esperienza"
4 commenti 204

Sull’attualissimo tema delle “Migrazioni, reti territoriali e accoglienza di richiedenti asilo e rifugiati” sono in programma, il 9 ed il 10 maggio, dalle ore 9 alle 13, in modalità webinar, due giornate di approfondimento nell’ambito del più vasto progetto “Fami Impact Puglia” (https://puglia.integrazione.org/progetti/impact/), di cui la Regione Puglia è capofila.

L’obiettivo della due giorni, cui prenderà parte anche la Città di Bisceglie, con la partecipazione dell’Assessore all’inclusione sociale, Roberta Rigante, intende realizzare un focus e un raccordo tra i territori e i diversi livelli di governance sull’accoglienza dei cittadini ucraini, senza tralasciare tuttavia la questione dell’accoglienza di tutte le altre categorie di cittadini stranieri, in particolare quelle più vulnerabili, al fine di favorire il coordinamento delle reti territoriali e il rafforzamento di competenze e servizi sempre più attenti alle diverse fasi procedurali e ai bisogni specifici delle persone, in particolare, i minori non accompagnati, le persone che hanno subito torture o altre forme gravi di violenza, le vittime della tratta di esseri umani presenti nei diversi territori della nostra regione.

L’iniziativa, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del Dott. Antonio Tommasi, Dirigente della Sezione Sicurezza del cittadino, Politiche migratorie e Antimafia sociale presso la Presidenza della Regione Puglia, insieme a sindaci ed assessori al welfare di diverse città pugliesi, si avvarrà dell’apporto dell’UNHCR, l’organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa dei rifugiati nel mondo. Sarà offerto un intervento di sintesi sulla situazione dell’accoglienza e sulle iniziative che si stanno attivando con diverse municipalità italiane, tra cui Bisceglie. All’incontro verranno ascoltate le testimonianze di due cittadini stranieri coinvolti nel progetto Impact come destinatari di azioni di empowerment dell’associazionismo straniero (una giovane ucraina e un giovane siriano, entrambi attivi in associazioni presenti nel territorio pugliese).

“Come Amministrazione, in sintonia con il Sindaco Angarano, siamo lieti di poter partecipare attivamente a questo evento”, sottolinea l’Assessore Roberta Rigante, “in quanto, con la nostra collaudata esperienza in tema di solidarietà ed accoglienza, siamo riusciti a coordinare e implementare l’esperienza del mondo dell’associazionismo e del volontariato locale con la professionalità del personale dei servizi socio-assistenziali del Comune di Bisceglie. Fare gioco di squadra, in questi particolari contesti d’intervento, significa poter assolvere pienamente alle fasi emergenziali che abbiamo vissuto sin dallo scoppio del conflitto bellico in Ucraina. In questo senso va dato merito a tutta la collettività biscegliese, che è stata pronta ad aderire alle manifestazioni d’interesse poste in essere dalla Civica Amministrazione, sotto l’egida del Ministero dell’Interno e il coordinamento della Prefettura Bat”, conclude l’Assessore Roberta Rigante.

venerdì 6 Maggio 2022

(modifica il 22 Giugno 2022, 13:38)

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Terry
Terry
1 mese fa

L'accoglienza è ormai un business consolato dato, una specie di industria che non può permettersi di fermarsi.

ciccio la peste
ciccio la peste
1 mese fa

Si parla ancora di accoglienza dei richiedenti asilo, sarebbe più giusto dire accoglienza di clandestini. Fate i convegni ed esportateli, mostrateli all'estero (Africa, Asia, estremo oriente, sud e centro America) in modo tale che gli stessi siano spronati da Voi a venire in Italia a spese degli italiani.

Marco
Marco
1 mese fa

Campano in tanti dall'accoglienza, soprattutto italiani, non prendiamocela solo con gli immigrati. Fanno parte di un gioco economico più grande di loro.

Maria P.
Maria P.
1 mese fa

Ma la foto dell'assessora Rigante a quanti anni fa risale?