Cronaca

«​”Bisceglie Rinasce” ​e guarda oltre l’incubo della Svolta»

La Redazione
La presentazione della coalizione Bisceglie Rinasce
Ieri a villa Ciardi la presentazione della coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Francesco Spina
scrivi un commento 54

«“Bisceglie Rinasce" con la partecipazione di centinaia di cittadini. Un bagno di folla ha “battezzato” ieri, mercoledì 15 giugno, a villa Ciardi la presentazione della coalizione a sostegno della candidatura a sindaco di Francesco Spina».

E' quanto si legge nella nota diffusa dalla stessa coalizione al termine dell'incontro.

«Dopo la presentazione dei nuovi soggetti politici della coalizione da parte di Vito Boccia, coordinatore del programma amministrativo – prosegue la nota-, che ha evidenziato lo sforzo delle tante individualità presenti di anteporre l’interesse della città a quello individuale, è intervenuto Francesco Spina, che si è commosso nel vedere tanti amici e liste a sostegno della sua candidatura e ha dichiarato che questa nuova esperienza deve essere la consiliatura della maturità e della consapevolezza, per consentire non solo la Rinascita della Città dopo l’incubo della Svolta, ma soprattutto per consentire una fase di formazione di una nuova classe dirigente giovane, con la giusta passione per la politica e amore per la città.

Successivamente, il consigliere regionale Francesco La Notte, l’artefice dell’accordo della più grande coalizione che si ricordi nella più recente storia amministrativa di Bisceglie, ha evidenziato come sensibilità politiche e culturali diverse sono unite dalla voglia di uscire dalla palude e dalle logiche autoreferenziali e lobbiste della Svolta. La Notte ha evidenziato come sia necessario creare la filiera istituzionale con Regione e Parlamento per captare i fondi del Pnrr che saranno determinanti per la realizzazione di nuove opere, servizi e la creazione di nuovi posti di Lavoro.

Tonia Spina, con un discorso dai toni fermi e pacati, ha evidenziato come sia giunto il periodo della unità e della responsabilità di una classe dirigente. Ha comunicato che nei prossimi mesi si organizzeranno momenti di ascolto e partecipazione dei cittadini e seminari di formazione per preparare i tanti candidati delle liste della coalizione al governo della città. La libertà dagli interessi lobbistici e la serietà della classe dirigente del futuro saranno i valori che contraddistingueranno l’azione della nuova amministrazione.

Successivamente è intervento Pietro Casella che ha catturato l’attenzione della sala stracolma con riflessioni importanti sulla delicatezza delle situazioni sociali della comunità, che presentano vere e proprie fratture e lacerazioni sulle quali bisogna lavorare amministrativamente e culturalmente per ricucirle con le regole dei padri costituenti e con l’umiltà e il buon senso di una classe dirigente esperta, ma anche aperta al dialogo, alla partecipazione e all’inclusione. Pietro Casella, visibilmente commosso, ha detto che chi scommetteva sull’impossibilità di una grande alleanza politica e amministrativa tra Casella e Spina ha perso: “è finito il tempo del “divide et impera”, perché Bisceglie ha bisogno di stabilità e compattezza per poter rinascere dopo i danni prodotti da questa amministrazione. Per Casella, la cultura, in una nuova e moderna visione e proiezione, deve diventare non solo il collante della comunità, ma anche il fattore di benessere dei cittadini e di sviluppo economico: senza cultura, senza l’attenzione alla salute dei cittadini  e senza la loro felicità non può esistere, infatti, nessun benessere economico.

Rocco Prete ha, dal canto suo, evidenziato come bisogna avere il coraggio di una nuova visione culturale e urbanistica. Lo sviluppo del territorio anche edilizio non va demonizzato, ma va orientato secondo le logiche e le regole della sostenibilità ambientale.

Ada Baldini ha poi evidenziato come l’esperienza e la competenza amministrativa di Francesco Spina saranno determinanti per uscire dal degrado culturale e amministrativo in cui è caduta la città con La Svolta e ha chiesto una sempre maggiore partecipazione di giovani e donne.

Nicola Colangelo ha poi ricordato come sia cresciuto quel progetto nato un anno fa con una connotazione essenzialmente civica, che oggi è destinato ad assumersi la responsabilità del governo con varie sensibilità politiche e culturali.

Ospiti della serata sono stati il presidente del consiglio comunale Gianni Casella, nonché con un loro saluto: il presidente della società di Mutuo Soccorso “Roma Intangibile” Pasquale D’Addato, il presidente del “Tribunale del Malato” Diego Rana, Giuseppe Frizzale, l’ambasciatrice di Puglia Nancy Dell’Olio. Dopo vi è stato il saluto dei giovani e dei rappresentanti delle liste civiche: Gianni Abascia’ , Marco Di Leo, Dario Galantino, Stefania D’Addato, Anna Celestino, Giovanni Caprioli, Pasquale Ciocia, Ciro Di Maio, Alessadra Graziani, Gerry Anellino, Flavio De Feudis, Massimiliano Cuccovillo e Francesco Mansueto.

Hanno chiuso la serata il presidente del gruppo consiliare “I Popolari con Emiliano” Massimiliano Stellato, che ha evidenziato la grande qualità politica degli interventi e della serata e l’assessore regionale Gianni Stea che ha evidenziato che solo con i grandi progetti di coalizione si possono raggiungere risultati di buon governo e di stabilità delle comunità. Ha evidenziato inoltre come la candidatura di Spina garantisca competenza ed efficienza alla città di Bisceglie e che progetti di coalizione simili hanno trionfato recentemente in Puglia e nella Bat grazie al valore aggiunto e determinate dei “Popolari” e del civismo»

giovedì 16 Giugno 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 10:54)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti