Il caso

«L’assenza di manutenzioni pubbliche sta condannando Bisceglie al degrado più assoluto»

foto di Flavio De Feudis
Flavio De Feudis
La nota diffusa dal coordinatore di DifendiAmo Bisceglie, Flavio De Feudis
2 commenti 1052

«L’assenza di manutenzioni pubbliche sta condannando Bisceglie al degrado più assoluto». E’ quanto si legge nella nota diffusa dal coordinatore di DifendiAmo Bisceglie, Flavio De Feudis.

«La conferma la dà ogni giorno di più l’amministrazione Angarano – scrive De Feudis – che ogni volta che gli operai del Comune fanno un atto di manutenzione, come la copertura di una buca o la riparazione di una fontana, fa una conferenza stampa con mille fotografie, a riprova dell’eccezionalità nella città degli interventi di semplice e ordinaria manutenzione. Eravamo abituati ad avere le grandi opere pubbliche che hanno trasformato la città e a una costante e ordinaria manutenzione. Oggi dal cimitero, alle piazze e alle fontane pubbliche è sotto gli occhi di tutti l’incuria pubblica. Non si vedono più operai comunali in giro, ma solo gestori di reti private che rompono le stesse strade un giorno sì e l’altro pure, per i loro interessi. Perché non sono stati rinnovati, invece, i contratti con gli operai comunali?

La città è allo sbando e non sarà un selfie a poter mascherare il degrado generalizzato con il pericolo serio che un giorno o l’altro possano cadere alberi in testa alle persone o pezzi di edifici comunali sui cittadini. Davvero vogliamo accontentarci di una striminzita e non puntuale ordinaria amministrazione?»

 

martedì 26 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Antonino
Antonino
15 giorni fa

Chi è quest’altri? Ogni giorno ne esce uno a difendere Bisceglie, tutti cecchini arruolati… Tutti bravi nello sparare sulla Croce Rossa Angarano, di cui io stesso, mai l’ho considerato un buon sindaco. Però ora, anche basta… Che cavolo poteva fare in questi ultimi anni di pandemia? Bisceglie è una città dove il degrado urbano pure sociale ormai rimane endemico. Con questi politici non andremo mai da nessuna parte.

cosimodebari
cosimodebari
15 giorni fa
Rispondi a  Antonino

Hai lasciato un commento dove scrivi tutto ed il contrario di tutto. Cosa centra la pandemia con i topi che circolano lungo via Sergio Cosmai, fino ad infilarsi nei portoni dei condomini? Cosa centra la pandemia con i marciapiedi quasi del tutto sollevati e rotti dalle radici dei pini o di altri alberi ancora in tutta la zona Levante di Bisceglie, proprio in quella zona dove abbondano gli edifici scolastici, fino ad essere potenziali colpevoli di danni alla incolumità fisica dei cittadini e addirittura di studenti che arrivano dai comuni limitrofi? Cosa centra la pandemia con le sedi stradali avvallate ed avvizzite sempre dalle radici di pini o altri tipi di alberi ancora che potenzialmente minano l’incolumità di persone e mezzi di trasporto vari, nonché l’incolumità fisica di ignari bambini?. Cosa centra la pandemia con gli alberi che dovrebbero ornare i marciapiedi ma che non permetto l’accesso ai marciapiedi perché mai potati, quindi un cittadino alto appena 1,70 non può più camminare sui marciapiedi? Per concludere nessuno alle elezioni ha chiesto al sindaco di essere o fare la Croce Rossa, ma soltanto di un competente ed ottimo amministratore e tutore della Res Publica.