Politica

Di Tullio: «Questi i problemi del Cimitero e come risolverli»

La Redazione
Gigi Di Tullio
L'intervento del Consigliere comunale delegato ai Servizi cimiteriali che ha rassegnato le proprie dimissioni dall'incarico
scrivi un commento 634

I problemi del Cimitero comunale di Bisceglie e qualche suggerimento per rendere meno precaria la situazione sono al centro di una lettera aperta a firma del Consigliere comunale Luigi Di Tullio, nella quale si rende noto anche delle sue dimissioni dall’incarico di Consigliere delegato ai servizi cimiteriali.

Ecco il testo integrale della nota:

«In data 29 aprile, essendo decorsi abbondantemente i sei mesi previsti dall’art. 44 bis dello Statuto Comunale, per correttezza istituzionale, regolarità ed opportuna sensibilità, ho sentito il dovere di restituire la delega ai Servizi Cimiteriali che il sig. Sindaco, con atto monocratico n. 39 del 07/12/2015, mi aveva conferito nella mia qualità di Consigliere Comunale.

Con l’occasione, ovviamente, mi premurai di relazionare allo stesso sig. Sindaco sul lavoro da me svolto ed a segnalare le precarietà esistenti all’interno del Cimitero e le priorità necessarie per risolvere i problemi evidenziati.

Con mio sommo piacere ho avuto modo di constatare che la Giunta Municipale, nella seduta del 6 giugno scorso, con deliberazione n. 165, ha deciso di adottare una parte, sin pure modesta, delle misure dallo scrivente indicate, quale l’estumulazione delle salme per decorrenza novantennale delle concessioni perpetue rilasciate prima del 1917 e fino al 1918, pari a 327 loculi.

Un primo piccolo passo rispetto alla possibilità di estumulare almeno un altro migliaio di salme, per concessioni già scadute, che potrebbero consentire la sistemazione di tante altre salme a deposito ed al Comune di fare cassa per eventuali costruzione di altri loculi.

Per avere sempre sotto controllo la situazione, il sottoscritto ha proposto al sig. Sindaco d’istituire l’Anagrafe dei defunti mediante informatizzazione dei Servizi Cimiteriali.

Sarebbe, pertanto, opportuno procedere subito ad un censimento di tutte le concessioni di loculi scadute per poterli tempestivamente assegnare in primis alla salme depositate presso cappelle o loculi concessi da altri cittadini e senza aggravio di costi.

Ho, inoltre, con la mia relazione, richiesto al sig. Sindaco di procedere all’adeguamento dell’attuale Regolamento di Polizia Mortuaria alla legge nazionale vigente, nonché alla L.R. n. 34 del 15.12.2008, che ha ritenuto mettere all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale.

Non ho mancato, altresì, di richiamare l’attenzione dell’Amministrazione Comunale sulla inderogabile esigenza di procedere all’eliminazione delle barriere architettoniche ancora presenti all’interno dell’Area Cimiteriale, al fine di permettere alle persone disabili di accedere nelle zone di loculi sovrastanti. Così come ho evidenziato l’improcrastinabilità d’interventi di manutenzione di tipo edilizio, posto che in alcune zone si sta verificando la caduta di calcinacci, oltre alla presenza di crepe che possono determinare un pericolo per i visitatori.

Infine, tra le altre cose, ho avuto modo di constatare che nella costruzione delle nuove cappelle cimiteriali e mancato un piano armonico ed uniforme. Infatti, le altezze delle stesse sono diverse fra loro. Inoltre, v’è la necessità di provvedere al più presto alla bitumazione degli spazi che intercorrono tra le stesse cappelle per una più agevole mobilità delle persone anziane o disabili.

Un ultimo cenno l’ho riservato alle tombe perpetue di valore storico ed artistico che andrebbero meglio tutelate e preservate.

Tanto ho ritenuto fare per adempiere doverosamente al mandato ricevuto».

lunedì 26 Giugno 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 13:07)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti