Cronaca

Bisceglie comune virtuoso, nessun indebitamento da mutui

La Redazione
Mutui
I dati raccolti dal sito Openopolis
scrivi un commento 335

Con i dati raccolti dal sito Openpolis, Infodata ha elaborato la mappa relativa all’indebitamento dell’anno 2014 dei comuni italiani. L’indagine riguarda le entrate da prestiti iscritte nei bilanci degli enti.

Il dato più eclatante è quello del comune di Foppolo che, con 207 abitanti, fa registrare 18.000 euro di prestiti contratti pro-capite.

Nella Bat, i comuni di Barletta, Minervino Murge, Canosa e Bisceglie non hanno fatto ricorso a prestiti, mentre le altre città si sono avvalse di questo strumento per fini vari. Trani fa registrare entrate da prestiti per 0,04 euro pro-capite; Spinazzola per 20,19 euro pro-capite; San Ferdinando per 52,88 euro pro-capite; Andria per 162,45 euro pro-capite; Trinitapoli per 469,51 euro pro-capite e Margherita di Savoia per 738,64 euro pro-capite.

Dai dati, ovviamente, non emerge una classifica degli enti più oculati o meno oculati nella gestione della cosa pubblica. Il ricorso al prestito dovrebbe servire a realizzare opere pubbliche per migliorare il territorio che si amministra e dare lavoro alle imprese. Naturalmente si tratta di un dato importante soprattutto per le città capaci di realizzare opere pubbliche senza far ricorso all’indebitamento, ma attraverso l’intercettazione di finanziamenti regionali, nazionali e comunitari.

giovedì 31 Agosto 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 10:47)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti