Cronaca

«Svolta epocale per gli ex lavoratori Ccr. Presto l’assunzione: 35 nella Asl Bt»

La Redazione
Cartelli esposti dagli ex CCR in mobilità
L'annuncio dell'Usppi al termine dell'ennesimo vertice regionale
scrivi un commento 291

Nei prossimi giorni, il sindacato Usppi/Puglia, terrà una assemblea, presso l’Aula Magna del Policlinico di Bari, in ordine alla vicenda degli ex lavoratori CCR – Case di Cura Riunite di Bari, al fine di esporre lo storico risultato: l’avviso pubblico riservato agli ex 245 lavoratori Ccr, con l’assunzione degli stessi, presso le Sanitaservice della Asl/Ba, Azienda Policlinico, Asl/Bat e Asl di Brindisi.

nn

«Una vertenza drammatica che ha visto momenti di tensione altissima e finanche suicidi di lavoratori che non potevano più sopravvivere senza un lavoro», afferma il segretario nazionale dell’Usppi Nicola Brescia. «Una vertenza ultra ventennale – prosegue – che non ha mai trovato, nel corso degli anni, una stabilizzazione vera. Ricordiamo il percorso travagliato: due anni di Cigs dal 2000 al 2002; iscritti nelle liste di mobilità dal 2002 fino a febbraio 2013, con rinnovi annuali biblici, fino a quando, l’allora Presidente della Regione Vendola annunziò che l’indennizzo degli ex CCR era concluso. E questo senza motivazione, visto che nei verbali di accordi firmati con le organizzazioni sindacali e Regione per le annualità della mobilità in deroga, erano comunque previste».

nn

«Ventitrè anni – prosegue l'Usppi – vissuti tra cassa integrazione, corsi di formazione “strapagate con oltre 20 miliardi di vecchie lire, e speranze andate regolarmente frustrate. La vertenza che riguarda le cliniche private del gruppo Ccr di Bari (che avevano una sede anche a Bisceglie, ndr), è prossima al traguardo: il dato di fatto è che il 13 gennaio scorso l’ennesimo tavolo tecnico si è concluso con una decisione che potrebbe rappresentare la svolta: i 245 “naufraghi” del Ccr entreranno in un bando ad hoc che aprirà loro le porte per l’assunzione in varie Asl pugliesi», dicono Brescia e Azzaro.

nn

«L’accordo del 13 gennaio – conclude il Sindacato – prevede l’apertura di un “avviso pubblico” riservato agli ex dipendenti del Ccr finalizzato all’assunzione a tempo determinato o part time da parte della Regione. I posti saranno così ripartiti: 100 alla Sanitaservice, azienda interna alla Asl di Bari, 90 al Policlinico del capoluogo, 35 alla Asl di Barletta-Andria-Trani e 20 a Brindisi».

n

venerdì 20 Gennaio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 17:26)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti