Cronaca

​«Riattivazione immediata di tutte le unità operative dell’ospedale “Vittorio Emanuele II”​»

La Redazione
Ospedale di Bisceglie
E' quanto si legge nella nota a firma di Angelo Somma e Sergio di liddo, componenti la segretria cittadina del PD di Bisceglie
scrivi un commento 220

«La Provincia Bat  con una popolazione complessiva di circa 390 mila abitanti risulta la provincia con meno posti letto in assoluto di tutta la Puglia con un rapporto di 2 posti letto per mille abitanti, una condizione che spesso costringe a molti ricoveri fuori provincia. L’ospedale  "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie con i suoi 160 Posti Letto a Marzo 2020 su indicazioni Regionali e stato individuato dalla Direzione Strategica Aziendale Asl BT Covid Hospital di riferimento per l’intera Provincia Bat. Dopo due Anni di Blocco delle prestazioni sanitarie ordinarie per via dell’emergenza covid,  l’ospedale di Bisceglie risulta ancora oggi essere chiuso, facendo allungare notevolmente le liste di attesa per le prestazioni sanitarie ordinarie».

nn

E' quanto si legge nella nota a firma di Angelo Somma e Sergio di liddo, componenti la segretria cittadina del PD di Bisceglie. 

nn

«L’ospedale di Bisceglie – proseguono – risulta l’unico ospedale in Puglia dedicato interamente al covid, mentre tutti gli altri ospedali individuati covid hanno mantenuto solo reparti covid, garantendo comunque anche le prestazioni sanitarie ordinarie. Perché non e stato fatta la stessa cosa anche per l’ospedale di Bisceglie?

nn

Infatti in questi giorni nonostante il calo dei contagi e dei ricoveri, sia in area medica che in terapia intensiva in tutta la Puglia l’ospedale di Bisceglie risulta essere ancora sotto pressione in piena emergenza, con un tasso di mortalità alta di pazienti anziani provenienti dagli ospedali di Andria e Barletta, affetti da altre patologie risultati positivi al covid. Considerato che si e in una fase endemica non più pandemica, riteniamo che cosi come stabilito da indicazioni Regionali tutti i reparti dei presidi ospedalieri compreso quelli di Barletta e Andria devono dotarsi di posti letto di area grigia per pazienti che risultano positivi al covid, il tutto allenterebbe la pressione sull’ospedale di Bisceglie.

nn

Perche queste indicazioni non sono state considerate? La Città di Bisceglie ha sofferto un grande disagio in questi due Anni di Emergenza sanitaria, non solo per le sofferenze dovute all’infezione, ma ancor più la perdita completa del proprio Ospedale a cui non si è potuto accedere per la sua destinazione esclusiva alla cura per il covid. Riteniamo ingiusto continuare a tenere chiuso un intero ospedale con 160 posti letto trasformandolo in una RSA per anziani affetti da covid. Infatti a peggiorare la situazione dell’ospedale di Bisceglie sono le numerose dimissioni di medici specialisti di varie branchie che non hanno la possibilità di svolgere appieno la loro attività professionale. Gli operatori sanitari sono stanchi, esausti e distrutti fisicamente ma soprattutto psicologicamente.

nn

Ridiamo subito il nostro ospedale con tutti i servizi ai cittadini Biscegliesi e dei paesi viciniori, chiediamo la riattivazione immediata di tutte le unità operative dell’ospedale "Vittorio Emanuele II" il tutto, allevierebbe non di poco gli altri due Ospedali della Provincia Bat, Andria e Barletta,  dove il livello di pressione dei pronto soccorso e al massimo con un numero considerevole di pazienti che attendono addirittura molte ore per poter essere visitati, e in attesa di posto letto che non c'è.

nn

Apprendiamo con favore l’intervento di un consigliere comunale sulla chiusura del reparto ostetricia, ricordiamo a tale consigliere che nell’ospedale di Bisceglie non c'è solo il reparto di ostetricia, c'è la cardiologia, la pediatria, la chirurgia, l’ortopedia e molti altri reparti chiusi da due anni».

n

mercoledì 23 Febbraio 2022

(modifica il 27 Luglio 2022, 16:10)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti