Attualità

Gli ambulanti del mercato settimanale chiedono ai cittadini più civiltà

La Redazione
Via Seminario
Immondizia nell'area del mercato settimanale: i venditori insorgono contro i residenti
1 commento 292

Un paradosso al limite della decenza, del buon senso e della salubrità igienico-sanitaria, oltre che del decoro urbano: è quanto si verifica nel mercato settimanale del martedì a Bisceglie. In una delle strade principali del mercato, la celebre e frequentatissima via Seminario, ogni martedì, all’arrivo degli Operatori commerciali e per l’intera giornata una discarica a cielo aperto con una sfilza di cassonetti per la raccolta dei rifiuti, stracolmi e putrescenti che fanno la loro brutta mostra sui marciapiedi a ridosso dei posteggi adibiti ad attività mercatale. Una situazione che perdura da moltissimo tempo e che riguarda quei cassonetti che dovrebbero restare all’interno dei condomini ma che vengono tenuti all’esterno con i residenti e chiunque lo voglia a gettare rifiuti ad ogni ora ed in qualunque momento della giornata lavorativa. Gli ambulanti sono esasperati e vani sono stati i loro tentativi di informare, come hanno ripetutamente fatto, gli addetti della Polizia Municipale che continuano a dire loro: “fate l’esposto al Sindaco”. Il Presidente UNIBAT, coordinatore CasAmbulanti Italia e A.C.A.B., Savino Montaruli, ha voluto verificare di persona la situazione incredulo che nessuno sino ad ora sia intervenuto nonostante la notoria efficienza del “sistema biscegliese”.

Lo ha fatto la mattina di martedì 4 luglio, nel corso del mercato settimanale quando, cogliendo l’occasione per salutare le decine e decine di concessionari di posteggio aderenti alle citate associazioni, si è anche soffermato a lungo proprio in via Seminario rilevando di persona quanto siano estreme quelle condizioni e quanto deplorevole sia stato il mancato intervento sinora di fronte ad una situazione così pesante ed intollerabile.

Ora con questa pubblica denuncia si spera che il prossimo martedì l’area ove sono posizionati quei cassonetti venga resa libera, fruibile e soprattutto bonificata in modo da evitare qualunque ripercussione sugli ambulanti che sono penalizzati anche nelle vendite poiché la puzza tremenda che emanano quei rifiuti non raccolti, insopportabile, allontana i consumatori. L’appello degli ambulanti è rivolto anche ai residenti di via Seminario ai quali dicono: “chiediamo più civiltà e rispetto. Non siamo i custodi delle vostre pattumiere”.

venerdì 7 Luglio 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 12:50)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
fusti
fusti
5 anni fa

in tutti i paesi i contenitori dei rifiuti vanno portati fuori solo a una determinata ora del giorno prima del ritiro, e ritirati dopo una certa ora, sia che il ritiro ci sia stato, sia che sia saltato, in caso di trascuratezza, viene multato il condominio o il privato lassista !